Judi Dench, attrice: biografia e curiosità

Judi Dench, di origine britannica, è una celebrità molto nota nel mondo cinematografico grazie alle sue straordinarie doti nel ruolo di interprete teatrale

Judi Dench, dal nome Dame Judith Olivia Dench, è nata il 9 dicembre 1934 a York. E’ uno dei personaggi più rinomati all’interno del panorama teatrale inglese. L’attrice ha ottenuto un successo a livello mondiale quando ha recitato la parte di M all’interno della saga di James Bond mentre la sua ultima comparsa è avvenuta all’interno della pellicola Spectre nel 2015. Verso la fine degli anni novanta, la donna ottiene la sua prima candidatura ai Premi Oscar come miglior attrice per aver recitato nella pellicola La mia regina mentre è stata premiata con l’Oscar alla migliore attrice non protagonista nel 1999 per “Shakespeare in Love“. Tra le altre apparizioni importanti che l’hanno portata a candidarsi per le principali nomination si trovano i film “Chocolat” (2000), “Iris – Un amore vero” (2001), “Diario di uno scandalo” (2006) e “Philomena” (2013). L’attrice ha ottenuto numerosi riconoscimenti anche per quanto riguarda il suo ruolo di interprete teatrale, oltre che le varie recitazioni nel mondo del grande schermo e della televisione. Tra i suoi premi più significativi si trovano ben 7 Olivier Awards, 11 Premi Bafta e 2 Golden Globe. E’stata premiata con una borsa di studio nel 2011 da parte della British Film Institute.

La Dench fa anche parte della Royal Society of Arts ed è considerata fra le migliori interpreti teatrali della Royal Shakespeare Company. Verso la metà degli anni ottanta, l’attrice raggiunge una grande fama anche nel mondo cinematografico grazie alle sue doti comunicative ed espressive. Ha infatti recitato vari ruoli tra cui donne stravaganti e bizzarre, caratterizzate da un’indole vendicativa all’interno di numerose pellicole di successo. Una delle interpretazioni più rilevanti è quella nella pellicola “Camera con vista” insieme a Maggie Smith. Verso la metà degli anni novanta recita il ruolo di M, a capo dell’MI6, all’interno della fiction di James Bond. Ottiene in seguito una piccola parte nella pellicola “Hamlet” diretta da Kenneth Branagh. Ma la vera svolta all’interno della sua carriera avviene nel 1997 quando grazie al film “La mia regina” ottiene numerosi consensi ed apprezzamenti da parte dei critici cinematografici. La pellicola vede Judi Dench impegnata nel ruolo della Regina Vittoria. E’ proprio grazie a quest’ultimo che l’attrice vince una nomination agli Oscar come miglior attrice protagonista.

Ottiene anche il Golden Globe in quanto classificata come miglior attrice protagonista nelle parti drammatiche. Tuttavia, la Dench vince l’Oscar nell’anno seguente grazie a Shakespeare in Love, dove interpreta il ruolo di Elisabetta I d’Inghilterra. Tale collaborazione le giova la statua per miglior attrice non protagonista. Durante il discorso al ritiro del premio, l’attrice ha espresso tutto il suo stupore per aver ottenuto un simile riconoscimento, nonostante nel film abbia recitato per soli otto minuti. Verso la fine degli anni novanta, la Dench fa parte dei protagonisti della pellicola “Un tè con Mussolini”, al fianco di Maggie Smith. Ha vinto anche altri premi per “Chocolat” insieme all’ attore Johnny Depp. Nell’anno 2011 recita nella pellicola Jane Eyre e in Pirati dei Caraibi – Oltre ai confini del mare. Quest’ultimo ottiene uno straordinario successo tanto da raggiungere un incasso di ben un miliardo di dollari. Durante il corso della sua carriera, spicca anche l’interpretazione di “Sybil Thorndike” all’interno dell’apprezzatissima pellicola “Marilyn” basata sulla vita di Marilyn Monroe. Nello stesso anno ottiene il ruolo di “Annie Hoover” nel film diretto da Clint Eastwood.

L’anno seguente lavora per il film “Marigold Hotel” che ottiene in breve tempo un grande successo e viene particolarmente apprezzato dal pubblico, mentre l’anno successivo le viene assegnato il ruolo di protagonista in “Philomena”, pellicola che è entrata a far parte della 70ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, per la quale la Dench ha ottenuto il Premio Osella per la migliore sceneggiatura. Il film si basa sulla storia di una madre alla disperata ricerca del figlio. E’ proprio questa rilevante interpretazione a giovarle il riconoscimento ai Premi Oscar 2014 come miglior attrice protagonista. Nonostante questo importante traguardo, l’attrice non vince però la statuetta la quale viene assegnata alla pellicola “Blue Jasmine”. Nello stesso periodo, la Dench fa ritorno nel panorama cinematografico londinese con “Peter and Alice” per il quale ottiene una nomination al Laurence Olivier Award, classificata come miglior attrice drammatica. Nel 2016 avviene il grande ritorno di Judi Dench nel mondo cinematografico quando recita “Miss Avocet” nel film “Miss Peregrine” del regista Tim Burton. Nel 1971 l’attrice ha sposato il noto attore Michael Williams che morì nel 2001. Dalla coppia nacque la loro unica figlia di nome Finty, un anno dopo il loro matrimonio. Anch’essa ha seguito le orme dei genitori, intraprendendo la carriera di attrice. Oltre alla sua fama mondiale, Judi Dench si è dedicata ad altre importanti attività: da moltissimo tempo, infatti, è una nota sostenitrice della fondazione Survival International che si occupa della difesa dei diritti delle popolazioni indigene del pianeta.

Judi Dench, attrice: biografia e curiosità