Jude Law, attore: biografia e curiosità

Jude Law è un attore britannico molto amato dal pubblico. Ripercorriamo la carriera del protagonista di Il talento di Mr. Ripley e Ritorno a Cold Mountain

Jude Law nasce il 29 dicembre 1972, a Lewisham, in Inghilterra. Cresciuto a sud di Londra con i genitori, Peter Robert Law e Margaret Anne Heyworth, entrambi insegnanti, Jude entra nel National Youth Music Theatre a tredici anni; recita, quindi, in alcune produzioni teatrali come “Joseph and the Technicolor Dreamcoat”. Lascia la scuola a sedici anni, dopo aver ottenuto la parte dell’adolescente fuggiasco nella soap opera televisiva britannica “Families”. Negli anni successivi, David Jude Heyworth Law, questo il suo nome completo, lavora su diversi fronti: in una produzione itinerante del “Pigmalione”, a teatro con “The Fastest Clock in the Universe in London”, in televisione sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti. Nel 1994, Jude Law fa il suo debutto cinematografico nella pellicola britannica “Shopping”, che non ottiene però grandi consensi; nel film recita anche la futura moglie dell’attore, Sadie Frost, già nota per la sua apparizione in “Dracula di Bram Stoker” (1992). L’affascinante Jude ottiene, inizialmente, maggiore successo sul palcoscenico piuttosto che sul grande schermo. Nel 1995 recita nella produzione londinese di “Les Parents Terribles” ed è l’unico membro del cast ad essere invitato a interpretare lo stesso personaggio nella versione di Broadway intitolata “Indiscretions”.

Law si guadagna una nomination ai Tony Award per il suo ruolo da protagonista, con tanto di chiacchierata scena di nudo di fronte a Kathleen Turner, in qualità di figlio coinvolto in una relazione incestuosa con la madre. Al contrario, i suoi primi film statunitensi vengono accolti con freddezza, sia da parte della critica che del pubblico. Nel 1997 ottiene ruoli importanti in tre grandi film americani: nel thriller futuristico “Gattaca – La porta dell’universo”, co-interpretato da Ethan Hawke e Uma Thurman, recita la parte di un uomo geneticamente perfetto che rimane paralizzato a seguito di un incidente. Ha, poi, il ruolo dell’amante di Kevin Spacey in “Mezzanotte nel giardino del bene e del male”, diretto da Clint Eastwood. Nel film “Wilde” presta nuovamente il volto ad un oggetto del desiderio in chiave omosessuale: Lord Alfred “Bosie” Douglas, l’amante del grande scrittore irlandese Oscar Wilde. Anche se tutti e tre i film ottengono risultati mediocri al botteghino, Jude Law riceve elogi per la sua presenza magnetica sul grande schermo e, inevitabilmente, per il suo bell’aspetto. Seguono, però, altre delusioni come ad esempio “I Love You, I Love You Not” (1997), co-interpretato da Claire Danes, “Musica da un’altra stanza” (1998), e “Brivido di sangue” (1998). Nel 1999, la società di produzione Natural Nylon, fondata da Jude Law, Sadie Frost, Ewan McGregor, Jonny Lee Miller e Sean Pertwee, finanzia il bizzarro “eXistenZ”, nel quale recitano lo stesso Law e Jennifer Jason Leigh.

Sempre nel 1999 Law ottiene critiche entusiastiche e una nomination agli Academy Award come miglior attore non protagonista per il suo ruolo di Dickie Greenleaf, il playboy al centro di un racconto agghiacciante che ha per tema il desiderio omicida, in “Il talento di Mr. Ripley“; nel film recita al fianco di Matt Damon, Gwyneth Paltrow e Cate Blanchett. Oltre al suo lavoro nel cinema, Jude Law continua a calcare il palcoscenico, recitando nella produzione londinese di “‘Tis Pity She’s a Whore” (1999). Nel 2001 recita con Ed Harris e Joseph Fiennes in “Il nemico alle porte,” una serie drammatica ambientata durante la seconda guerra mondiale. Lo stesso anno lavora nel film di Steven Spielberg “A.I. – Intelligenza Artificiale”. Nel 2004 l’attore riceve una nomination all’Oscar come miglior attore protagonista per la sua performance in “Ritorno a Cold Mountain” che lo vede diretto da Anthony Minghella, al fianco di Nicole Kidman, Natalie Portman e Renée Zellweger. Sempre nel 2004 ha il ruolo di protagonista nel remake della commedia romantica “Alfie”, opera che aveva contribuito a lanciare la carriera di Michael Caine nel 1960. Tra gli altri film in questo periodo ricordiamo, poi, “The Aviator” (2004) e “Tutti gli uomini del re”, “Complicità e sospetti” e “L’amore non va in vacanza” (tutti del 2006).

Nel 2009 Jude Law presta il volto ad un personaggio leggendario in “Sherlock Holmes“: il Dr. John Watson, ovvero il compagno fedele del più grande detective del mondo, impersonato da Robert Downey Jr. Il film, diretto da Guy Ritchie, si rivela un grandissimo successo. Gli attori si riuniscono di nuovo nel 2011 per il sequel “Sherlock Holmes: Gioco di ombre”. L’anno successivo Jude fornisce una buona prova portando in scena un altro personaggio proveniente dal mondo letterario: Alexei Karenin, il marito tradito della protagonista (interpretata da Keira Knightley), in “Anna Karenina”, l’ultimo adattamento in ordine di tempo del capolavoro di Lev Tolstoj. Nel 2012 presta la sua voce al film d’animazione “Rise of the Guardians”. Nel 2014 recita nel film diretto da Wes Anderson “Grand Budapest Hotel”, a fianco di Johnny Depp e Owen Wilson. L’anno seguente partecipa alla parodia “Spy” con Melissa McCarthy, mentre nel 2016, Jude Law appare in “Genius”, una biografia del famoso editore Max Perkins, interpretato da Colin Firth, e in “The Young Pope“. Per quanto riguarda la sua vita privata, Jude e Sadie Frost si sono sposati nel 1997 ed hanno avuto tre figli: Rafferty, Iris e Rudy. Nel 2003 l’attore ha chiesto il divorzio; è stato successivamente fidanzato con Sienna Miller. Nel 2009 ha avuto una figlia dalla modella Samantha Burke, mentre nel 2015 ha avuto un figlio da Catherine Harding.

Jude Law, attore: biografia e curiosità
Jude Law, attore: biografia e curiosità