Johnny Depp sul lastrico, spendeva 2 milioni di dollari al mese

L'attore americano avrebbe sperperato il suo patrimonio finanziario con spese folli, ben al di sopra delle sue possibilità. E ora è perseguitato dai creditori

Johnny Depp sarebbe sull’orlo del fallimento economico a causa delle sue spese folli. Stando a quanto riporta il magazine People l’attore avrebbe speso per 20 anni due milioni di dollari al mese per un totale di 75 milioni. Dunque, Depp come Gigi D’Alessio si trova ad affrontare un’ingente crisi finanziaria.

La questione è nata quando la star di Hollywood ha chiesto alla TMG (The Management Group) un rimborso per aver gestito male le sue finanze. A quel punto la società, che si è occupata del patrimonio di Depp per 17 anni, ha a sua volta preteso dall’attore un risarcimento di milioni di dollari per commissioni mai pagate e altre irregolarità e si è rivolta al Tribunale perché venga riconosciuto come unico responsabile del “suo stile di vita stravagante” e delle sue spese ben al di sopra delle sue reali condizioni economiche.

Pare che negli ultimi anni Johnny abbia comprato 14 case tra cui un castello in Francia, uno yacht da 18 milioni di dollari, 45 auto di lusso, 700mila dollari di vini pregiati, 70 chitarre preziosissime, opera d’arte di Andy Warhol e Klimt. Alle sue dipendenze avrebbe uno staff di 40 persone, tutte stipendiate da lui. A queste spese da capogiro vanno aggiunti 7 milioni di dollari alla ex moglie, Amber Heard.

La TMG sta perseguendo Depp per ottenere 4 milioni di dollari.

Johnny Depp sul lastrico, spendeva 2 milioni di dollari al mese