Jim Morrison, cantante: biografia e curiosità

Chi era Jim Morrison? Scopriamo le curiosità riguardo la vita di questo cantante noto a tutto il mondo per essere stato il capo dei The Doors

Jim Morrison, conosciuto anche come Jame Douglas Morrison è stato un cantante e poeta di fama mondiale. Viene ricordato principalmente per il suo ruolo di frontman e leader del gruppo musicale denominato The Doors, che durante gli anni 60, divenne uno dei gruppi di maggior spicco della cultura rivoluzionaria dell’epoca e del rock in assoluto. Viene anche ricordato per la sua produzione poetica che lo fa classificare come poeta maledetto e per il suo modo di fare, che rappresentava l’inquietudine dei giovani dell’epoca. Secondo alcune riviste specializzate rientrerebbe tra i 100 cantanti migliori del mondo e del rock. Nasce a Melbourne, città situata nello stato della Florida l’otto dicembre 1943, suo padre era un ammiraglio della Marina degli USA e la madre era una casalinga. La sua infanzia è segnata da numerosi spostamenti a causa del ruolo ricoperto dal padre all’interno della gerarchia della marina, così è costretto a muoversi con la sua famiglia in varie città, come Washigton, Albuquerque, Los Altos. Anche dopo il ritorno del padre dalla guerra in Corea continuarono a spostarsi, ma nonostante tutto riesce a dimostrare una notevole intelligenze e bravura negli studi. Allo stesso tempo però dal 1960 in poi il suo rendimento scolastico cala, dal momento che decide di marinare la scuola per poter frequentare locali particolari, luoghi di ritrovo di artisti vari. Nel 1964 ebbe anche il suo primo guaio giudiziario, infatti venne arrestato dalla polizia per ubriachezza molesta e disturbo della quiete pubblica.

La nascita del gruppo musicale che divenne famoso in tutto il mondo avvenne dopo il 1964. In quel periodo Jim Morrison frequentava l’università della California, in particolare i corsi di cinematografia, ed è in questi anni che conosce e fa amicizia con Ray Manzarek, che successivamente sarebbe divenuto il pianista del gruppo musicale. Al gruppo di amici si aggiunsero anche Robby Krieger e John Densmore, ossia il chitarrista e il batterista della band. Il nome The Doors venne deciso dallo stesso Jim Morrison, che trasse ispirazione da un saggio di uno scrittore a lui noto. Questi sono anni molto floridi dal punto di vista musicale ed economico per tutto il gruppo musicale; infatti riescono a farsi ingaggiare da numerosi locali e da numerose case discografiche, che richiedono anche grossi impegni alla band, che in questo periodo approfondisce e consolida il proprio stile musicale che diventerà famoso con il passare degli anni. Per quanto concerne la vita persona di Jim Morrison si può dire che conoscerà e si innamorerà la sua compagna di vita, ossia Pamela Courson, che starà con lui fino alla sua morte.

Il successo mondiale e la consacrazione a grandi del rock arriverà solamente nel 1967 con l’uscita della canzone Light my Fire, che scalò tutte le classifiche e divenne una delle canzoni più celebri del gruppo. Grazie alla notorietà acquisita i The Door ebbero modo di fare diversi concerti ed esibizioni; una di queste esibizioni verrà fatta all’interno del Ed Sullivan Show, una trasmissione che andava in onda negli Stati Uniti d’America. In tale occasione a Morrison venne chiesto di sostituire una parola all’interno della canzone sopracitata con un termine che stava ad indicare il divertimento insito nel consumare droga e alcool; i direttori dello show tentarono di censurare questo fatto, cosa che portò lo stesso Jim a rompere la censura, venendo bandito insieme alla sua band dallo show in modo definitivo. I concerti invece ottengono un successo strepitoso, facendo registrare il tutto esaurito ad ogni tappa dei tour effettuati; ma questo grandiosa notorietà è accompagnata da eventi in cui il pubblico il più delle volte veniva incitato a comportamenti selvaggi e non controllati. Il comportamento del leader del gruppo musicale era quasi sempre fuori controllo, e sotto l’effetto sia di alcool e droga.

Nel 1971 Jim Morrison ebbe modo di trasferirsi a Parigi per abitare con la sua compagna, ma nel marzo dello stesso anno venne ritrovato morto all’interno del proprio appartamento dalla compagna stessa, all’interno della vasca. Questo avvenimento è ancora fonte di discordie e congetture, dal momento che non venne effettuata nessuna autopsia del corpo dal medico legale, che dichiarò che la causa del decesso fu un attacco cardiaco improvviso. Tutto il suo patrimonio, i manoscritti vennero lasciati a Pamela Courson , ma nonostante questo molto del materiale letterario scritto dallo stesso cantante venne lasciato nella città parigina. Negli anni, i fan ebbero modo di creare moltissime teorie sulla morte di Jim Morrison, alcune di esse vedrebbero la CIA come la causa del decesso, dal momento che il cantante era diventato scomodo per i messaggi che lanciava nelle sue canzoni. Altre teorie invece affermano che sia stata la droga a portare lo stesso Jim al decesso. Infine secondo alcune persone il cantante leader dei The Door avrebbe inscenato la sua morte per potersi ritirare dalla carriera musicale e dalla pressione mediatica che stava subendo in quel periodo, per potersi dedicare totalmente alla poesia.

Jim Morrison, cantante: biografia e curiosità