Harry d’Inghilterra: “Adesso mi manca solo una principessa”

Il principe si confessa a Chi e rivela alcuni aspetti privati del suo carattere: la speranza di trovare il vero amore e il desiderio di assomigliare a sua mamma, Lady Diana

Il principe Harry ha finito di essere lo scapestrato della famiglia Windsor. Sono ormai alle spalle gli scandali in discoteca o a feste equivoche. Lui ha messo la testa a posto ed è alla ricerca dell’amore vero. Ma non è così facile. Se non lo è per i comuni mortali, figuriamoci per il fratello del futuro re d’Inghilterra, come ha dichiarato sulle pagine di Chi:

Non è facile per me trovare la persona giusta. Provo un’enorme paranoia perché qualsiasi ragazza alla quale rivolgo la parola in pubblico viene sottoposta a indagini minuziose.

Ciò che preoccupa maggiormente il principe è la mancanza di privacy che rende difficile instaurare un legame di coppia.

Se, o quando, troverò una ragazza, farò tutto il possibile per fare in modo che io e lei possiamo arrivare al punto di sentirci completamente a nostro agio come coppia prima che la sua privacy venga invasa in modo sistematico. Mi basta semplicemente parlare con una ragazza perché diventi subito mia moglie e la gente cominci a bussare alla sua porta.

Una confessione a cuore aperto quella di Harry che vuole proprio scrollarsi di dosso il ruolo della “pecora nera” dei Windsor. Al contrario, grazie ai suoi molteplici impegni sociali e umanitari, dagli Invictus Games al servizio militare in Afghanistan, il principe sta acquistando sempre più importanza all’interno della Famiglia Reale. Nonna Elisabetta ora potrà essere orgogliosa anche di lui.

Il cambiamento di Harry è dovuto in parte all’influenza di sua mamma, la compianta Lady Diana, di cui sta proprio seguendo le tracce occupandosi appunto di bambini malati, del recupero dei soldati feriti in azioni di guerra e soprattutto della lotta contro l’Aids. A Chi ha raccontato:

Mia madre esordì con coraggio. Ha infranto molti tabù sull’Aids e sui malati. La sua presa di posizione forte ha avuto un impatto enorme, anche sulla mia vita. Un caro amico di mia madre, Elton John mi ha detto: “Tu sottovaluti il potere che hai di aggregare le persone intorno a ogni genere di problema”. Ed è questo il privilegio della posizione che occupo. In realtà non seguo determinate strade solo perché penso che mia madre sarebbe orgogliosa di me, ma sono certissimo, almeno lo spero, che lo sarebbe davvero, in modo molto aggressivo.

E poi aggiunge con un tocco di ironia britannica:

Sono in una posizione privilegiata e la userò per aiutare la gente finché potrò o finché non diventerò noioso. Oppure fino a quando mio nipote George diventerà più interessante di me.

Certo, il passato non si può cancellare. E forse Harry non intende nemmeno rinnegarlo. Ora però che è cresciuto ed è diventato più maturo, ha capito come usare la sua spontaneità in modo positivo.

Devo riuscire a ottenere più rispetto da un maggior numero di persone, questo è sicuro. Con me vedi quel che prendi. Sono genuino. Cercherò sempre di inserire un elemento di felicità in tutto quello che faccio. Probabilmente, anche se in modo inconscio, questo è un aspetto che ricorda mia madre e io sto cercando di riempire quel vuoto. Sto cercando di entrare in panni incredibili, quelli di mia madre e, soprattutto, di mia nonna. E non è affatto facile.

Il principino ha le idee chiare sulla sua vita futura e sul ruolo che avrà nella vita e nella Famiglia Windsor. Con buona pace del piccolo George.

Harry d’Inghilterra: “Adesso mi manca solo una principessa...