Gigi Sabani, presentatore: biografia e curiosità

Gigi Sabani: questo personaggio televisivo è stato un noto conduttore, attore, ma anche imitatore e cantante; ecco alcuni approfondimenti sulla sua vita

Gigi Sabani, abbreviativo di Luigi Sabani, è nato il 5 ottobre 1952 a Roma. Questo personaggio è stato uno dei presentatori televisivi più apprezzati dal pubblico italiano. Gigi era figlio di un cameriere, mentre la madre era una casalinga. Già durante l’infanzia, Gigi scopre la sua passione per l’imitazione e dimostra tutto il suo innato talento. In particolare, iniziò ad imitare il rumore della circolare rossa Prenestina, ovvero un tram che girava a quei tempi a Roma. Dopodiché, Gigi iniziò ad imitare anche i maestri ed i compagni di classe. Grazie a questa sua caratteristica, la sorella decise di iscriverlo a “La corrida”, senza che Gigi sapesse nulla. Fu proprio qui che Gigi iniziò a riscuotere un enorme successo grazie alle imitazioni di Mino Reitano, Gianni Morandi e Claudio Baglioni. In seguito intraprende la sua carriera in ambito televisivo al termine degli anni ’70 sempre con il mestiere di imitatore. In questo periodo della sua vita, iniziano i primi successi televisivi, grazie a numerose partecipazioni. Ad esempio, nell’anno 1980 partecipa al programma “Domenica In” condotto da Pippo Baudo e alle edizioni di “Fantastico” e “Premiatissima”. Nel 1983 vince due telegatti, partecipando alla trasmissione “Mediaset, OK, il prezzo è giusto!” su Italia 1. Dopodiché rientra anche nel cast di “Buona Domenica”.

Tra il 1986 e 1987 inizia a condurre la nota trasmissione pomeridiana “Chi tiriamo in ballo?” su Rai 2. Ma negli anni successivi, Gigi Sabani non demorde anche all’interno del panorama musicale, partecipando infatti al Festival di Sanremo con il brano “La fine del mondo” dedicato a Toto Cutugno. Arriva al penultimo posto tra i vincitori, ma l’ultima serata la dedica anche a rallegrare il pubblico attraverso l’imitazione di alcuni personaggi famosi. L’anno seguente diventa presentatore di “Stasera mi butto”, nota trasmissione estiva di Rai 2. In questo periodo della sua vita, Gigi Sabani prende una pausa dalla televisione, ma nel 1991 gli viene affidata la conduzione di “Domenica In” che in quel periodo non stava ottenendo un grosso successo. Tra il 1991 e il 1992 diventa presentatore del programma “Piacere Raiuno” fino a condurre gli anni seguenti “Un biglietto per… la canzone del secolo”. All’interno della sua carriera, Gigi Sabani ha condotto anche “Re per una notte” su Italia 1. Insieme a Valerio Merola, Gigi Sabani dovette affrontare un periodo piuttosto complesso, poiché fu coinvolto in alcune vicende giudiziarie. Si riteneva che Gigi Sabani avesse corrotto il mondo della televisione a causa di affermazioni da parte di alcune soubrette.

Precisamente, Gigi venne accusato di induzione alla prostituzione, ma successivamente fu scagionato da tale accusa e fu risarcito. Al conduttore vennero dati gli arresti domiciliari. Questo avvenimento ha segnato un periodo particolarmente difficile all’interno della vita di Gigi Sabani, il quale si sentiva fortemente ferito sia a livello umano che a livello artistico. Infatti, il conduttore inizialmente non riusciva a rientrare nel mondo dello spettacolo, poiché avvertiva che la sua immagine era stata fortemente danneggiata da queste vicende. Nel 1997 riesce a tornare in pista, conducendo il programma “Ballo, amore e… fantasia” al fianco di Iva Zanicchi. Inoltre, ha riscosso un enorme successo grazie al film “Gli Inaffidabili” di Jerry Calà. Successivamente conduce “Raiuno Sette per uno” che però non ottiene molta visibilità. Tra l’anno 2000 ed il 2001 diventa presentatore di “La sai l’ultima?” su Canale 5 con Natalia Estrada, mentre nel 2002 torna su Rai 2 per condurre “I fatti vostri”. Dopo questo clamoroso rientro in ambito televisivo, Gigi Sabani diventa ospite fisso della trasmissione di “Maurizio Costanzo” e di “Buona Domenica”.

Questo noto conduttore televisivo ha svolto un ruolo importante per il mondo dello spettacolo. Gigi Sabani è morto all’improvviso il 4 settembre 2007 alla sola età di 54 anni a causa di un arresto cardiaco durante una cena a casa della sorella nella Capitale. Prima di morire, Gigi Sabani era stato visitato dal medico di famiglia, poiché avvertiva uno strano dolore, ovvero una sorta di formicolio alla zona del collo. Il medico disse che si trattava di uno stato di stress e gli prescrisse un farmaco antidolorifico. La sorella decise di non rivelare il nome del medico e non ha mai voluto esporre denuncia. I funerali si tennero il 6 settembre nella Capitale nella “Chiesa degli Artisti” situata a Piazza del Popolo. Prima di morire, Gigi Sabani dovette affrontare nei mesi precedenti la morte della madre, alla quale era fortemente legato. La signora Liliana Bruni morì il 10 giugno 2007. Dal matrimonio con l’ex moglie Rita Imperi, Gigi ebbe un figlio di nome Simone. Durante l’ultimo periodo della sua vita, nacque la relazione con Raffaella Ponzo, giornalista ed attrice riconosciuta all’interno del panorama cinematografico italiano. La donna scoprì di aspettare un bambino, ma non riuscì a comunicarlo a Gigi a causa della sua morte improvvisa. Il figlio di nome Gabriele venne al mondo il 19 maggio 2008 e riuscì a prendere lo stesso cognome del padre solo nell’anno 2011, poiché il primo figlio, Simone, si rifiutò per molte volte di sottoporsi agli esami di riconoscimento, evitando di eseguire il test del Dna.

Gigi Sabani, presentatore: biografia e curiosità