Flexy, la nuova dieta potentissima ma molto discussa

La nuova dieta australiana Flexy è già una moda, anche se è molto discussa: ecco tutti i dettagli di questa nuova potentissima dieta

È nata in Australia dalla necessità di trovare una soluzione contro l’obesità, ma la nuova dieta Flexy ha già fatto il giro del mondo, riscuotendo numerose critiche. La dieta consiste nel seguire un regime alimentare ferreo che impone giorni di digiuno e giorni di nutrimento attraverso i frullati, a cui si contrappone un giorno di libertà assoluta in cui poter mangiare tutto ciò che si vuole, senza alcuna regola da seguire. Il monitoraggio di questa dieta ha confermato che in un trial di 16 settimane i partecipanti hanno perso in media 11 kg e hanno visto notevoli miglioramenti nei livelli di colesterolo, insulina, glucosio e pressione sanguigna.

Anche se il digiuno è stato più volte criticato come forma di dimagrimento, in quanto può sfociare in gravi disturbi alimentari, la dieta Flexy non impone il digiuno assoluto, ma lo alterna con il nutrimento attraverso bevande che forniscono teoricamente all’organismo tutti gli elementi nutritivi di cui ha bisogno. La dieta ha suscitato numerose critiche da parte degli scienziati e dei dietisti di tutto il mondo, in quanto il digiuno è una pratica molto rischiosa, ma soprattutto non è adatta a tutti. Ad esempio le donne che hanno un sistema ormonale sensibile non possono seguire questo regime alimentare, così come gli anziani e i bambini e le persone con problemi di salute.

Il programma della dieta Flexy

La dieta, pubblicata dal CSIRO, Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation, è stata ideata proprio per rispondere alle esigenze della popolazione australiana e per offrire una valida alternativa a tutte le altre diete già esistenti. Prima di Flexy era stata pubblicata un’altra dieta simile chiamata 5:2 che richiedeva la riduzione del 25% dei kilojoule introdotti nell’organismo per 2 giorni, mentre i restanti giorni della settimana si poteva mangiare normalmente. La dieta Flexy è sicuramente più rigida e proprio per questo è molto discussa, anche se l’organismo governativo australiano CSIRO nega ogni rischio sollevato dagli esperti. Intanto le farmacie australiane stanno diffondendo questo programma alla popolazione interessata, il quale prevede anche un libro di ricette e un sito web con la pianificazione dei singoli pasti. Questa pianificazione poi si evolve nel tempo mano a mano che la dieta progredisce.

Flexy, la nuova dieta potentissima ma molto discussa