Elvis Presley, cantante: biografia e curiosità

Elvis Presley è uno dei cantanti più famosi nella storia della musica. E' considerato un simbolo del Rock. Ecco alcune informazioni su questo grande artista

Elvis Presley è nato l’8 gennaio 1935 a Tupelo, nel Mississipi. Si tratta di un’autentica star del Rock. La sua famiglia era molto umile. Elvis scopre di nutrire un forte interesse per la musica già da bambino. Infatti, alla sola età di 8 anni si cimenta nello studio della chitarra. Inizia così a suonare questo strumento, imparando tutto da solo. Verso gli anni ’50 realizza con un’etichetta discografica un album particolarmente significativo. Quest’ultimo non passa affatto inosservato al produttore discografico “Sam Philips” il quale resta sin da subito affascinato dal talento di Elvis Presley. E’ proprio così che prende vita la band chiamata “Blue Moon Boys” al fianco del chitarrista “Scotty Moore”. Verso la metà degli anni cinquanta, Presley intraprende così la sua carriera di musicista. Realizza i suoi primi brani, i quali ottengono sin da subito dei riscontri positivi. In breve tempo, il cantante raggiunge un successo particolarmente significativo, facendosi conoscere attraverso delle esibizioni in vari locali della zona. Gli anni seguenti passa dalla “Sun Records” alla rinomata etichetta discografica “RCA”. In seguito a questo nuovo traguardo, avviene la svolta all’interno della carriera di Elvis Presley.

Il cantante raggiunge così un successo straordinario a livello mondiale. Sempre nello stesso periodo debutta nel cinema con “Love Me Tender”. I suoi album vendono tantissime copie in tutto il mondo tanto che con gli elevati guadagni, l’artista acquista la sua rinomata abitazione chiamata “Graceland”. Al giorno d’oggi, questa affascinante casa, situata a “Memphis” è un vero e proprio museo a cui fanno visita tantissimi ammiratori ogni anno. Verso la fine degli anni cinquanta, il cantante firma un accordo con la “Paramount Pictures”, una delle più rinomate case cinematografiche d’America. Grazie a questa nuova svolta, Elvis Presley ottiene il ruolo di protagonista in numerosi film di successo. Verso gli inizi degli anni sessanta si dedica al servizio militare e a causa di ciò si trova costretto ad allontanarsi dal mondo della musica e del cinema. Non solo, in questo periodo, il musicista affronta un momento davvero buio causato dalla morte precoce della madre alla quale era fortemente affezionato. Una volta rientrato negli Stati Uniti, la sua personalità sembra particolarmente differente e inizia a dedicarsi nuovamente ai progetti cinematografici e musicali. Durante gli anni ’60 le composizioni dell’artista erano prevalentemente basate sulla realizzazione di album caratterizzati dalla presenza di varie colonne sonore delle pellicole interpretate dallo stesso Presley.

L'”Aloha from Hawaii via satellite” è stato uno dei suoi spettacoli più noti, in quanto è stato seguito dal pubblico di tutto il mondo. Nonostante questo grande successo, verso la metà degli anni settanta, la carriera del cantante è andata incontro ad un vero e proprio crollo. A tal proposito, per riuscire a sostenere tutta la sua fama e dare il massimo, l’artista inizia a fare un uso eccessivo di farmaci tra cui anfetamine, sviluppando così una forte dipendenza. Inoltre, inizia a mangiare in maniera eccessiva e a seguire una cattiva alimentazione tanto che in breve tempo ingrassa esageratamente. A peggiorare il tutto è il divorzio dalla sua compagna “Priscilla Beaulieu“. Questo avvenimento causa in lui una forte depressione dalla quale non riesce più a guarire. Elvis Presley si è spento il 16 agosto 1977. E’ stato ritrovato in fin di vita all’interno del bagno della sua dimora dalla sua ultima compagna “Ginger Alden”. E’ morto poco dopo essere stato portato in ospedale alla sola età di quarantadue anni. A provocare la morte dell’artista sarebbe stato un arresto cardiaco. La notizia della scomparsa di Elvis Presley ha scatenato una vera e propria tensione a livello mondiale in tutti i suoi sostenitori che lo hanno sempre supportato durante il corso della sua carriera.

La salma del musicista è stata seppellita all’interno della sua tenuta di “Graceland”. Sono numerose le voci che si aggirano attorno questo personaggio della musica; una di queste afferma che l’artista non è davvero morto, ma la sua scomparsa è soltanto un modo per uscire di scena da una carriera che lo aveva ormai reso esausto. Nonostante siano passati tantissimi anni dalla sua scomparsa, questa star del Rock resta un autentico mito per tantissimi suoi fan. Elvis Presley è stato inoltre oggetto di ispirazione per numerosi artisti tra cui “Little Tony”, “Adriano Celentano” e “Bobby Solo”. Durante la sua carriera musicale, Presley ha prodotto ben 61 dischi, vendendo oltre un miliardo di copie in tutto il pianeta. E’ stato inoltre vincitore di numerosi premi, tra cui 3 “Grammy Award”, ben 68 “dischi d’oro” e 81 “dischi di platino”. In qualità di attore ha lavorato in tantissime pellicole di successo insieme a personaggi di grande fama come “Robert Redford”, “Steve Forrest” e moltissimi altri. Al giorno d’oggi, Elvis è l’unico musicista ad aver partecipato a quattro “Hall of Fame”. Grazie al suo straordinario successo e alla sua fama mondiale, è stato classificato come il “miglior cantante” del secolo precedente. Dal matrimonio con la sua compagna “Priscilla” è nata la loro figlia di nome “Lisa Marie”.

Elvis Presley, cantante: biografia e curiosità