Diane Keaton, attrice: biografia e curiosità

Diane Keaton è una famosa attrice di origine statunitense, regista e produttrice cinematografica. Ha collaborato con Woody Allen ed è stata vincitrice agli Oscar

Diane Keaton è nata il 5 gennaio a Santa Ana, California. Si tratta di una nota attrice, riconosciuta anche per il suo importante ruolo di regista e produttrice cinematografica. La Keaton è anche una cantante. Già durante la sua giovinezza, l’attrice scopre di nutrire una forte passione per il mondo del cinema e del teatro, tanto da iniziare ad intraprendere questa carriera fino ad arrivare al suo esordio nel panorama cinematografico agli inizi degli anni sessanta. Poco dopo il suo debutto, venne scelta per recitare una parte significativa nella pellicola “Il padrino“. Tuttavia, nonostante questo importante traguardo, fu proprio la collaborazione con il regista Woody Allen a lanciarla totalmente nel mondo del grande schermo. Diane Keaton e Woody Allen lavorarono insieme per il quarto film intitolato “Io e Annie”, grazie al quale l’attrice fu vincitrice agli Oscar in qualità di “migliore attrice” alla fine degli anni settanta. Divenuta ormai una vera e propria stella del cinema, la Keaton si è dedicata in seguito ad alcuni progetti attraverso i quali non fu più considerata come l’unico personaggio principale delle pellicole di Allen. La Keaton riuscì a farsi strada nel suo percorso cinematografico, mettendo in risalto le sue spiccate doti interpretative nei ruoli drammatici.

Tra le più significative si trova “In cerca di Mr. Goodbar”. Fu nominata nuovamente all’Oscar come migliore attrice per il ruolo in “Reds”. Le pellicole a cui l’attrice ha collaborato hanno portato a dei guadagni elevati fino a raggiungere una somma di ben “1.1 miliardi di dollari “, solo in America del Nord. L’attrice è nata dalla coppia Dorothy e Jack. La madre era una casalinga appassionata di fotografia, proveniente da una famiglia “metodista”, religione trasmessa anche alla figlia Diane. Il padre era invece di origine americana-irlandese e lavorava come agente immobiliare. Diane Keaton si rese conto di voler intraprendere la carriera cinematografica dopo aver visto la madre in qualità di vincitrice in una sfida locale dedicata alle casalinghe. Ad affascinarla fu proprio la teatralità di questo evento. Fu inoltre fortemente influenzata da “Katharine Hepburn”, particolarmente stimata per il suo ruolo di donna autoritaria ed indipendente. Diane Keaton conseguì il suo percorso di studi e si diplomò nella sua città natale. Durante il periodo scolastico si cimentò nel ruolo di cantante e recitò varie parti nelle esibizioni organizzate dall’istituto. Dopodiché frequentò il college fino ad iscriversi al corso di recitazione.

Ma a causa dei numerosi impegni nel mondo dello spettacolo si ritrovò costretta ad abbandonare questo percorso di studi. Entrò a far parte nella “Actors’ Equity Association” e scelse di assumere il cognome da nubile della madre, ovvero Keaton. In questo periodo iniziò a dedicarsi a vari spettacoli in locali notturni, dopodiché decise di tornare a studiare recitazione. Iniziò cosi a sviluppare e mettere alla prova le sue abilità artistiche fino a sperimentare la tecnica “Meiner”, metodo con il quale l’individuo necessita dell’interpretazione degli altri membri del cast per mettere in pratica le proprie abilità. “Warren Beatty”, noto attore e regista, ha collaborato con Diane Keaton in “Reds” ed ha messo in risalto le eccellenti doti dell’attrice, definendola un vero e proprio fenomeno per le sue capacità interpretative con le quali riesce a recitare il copione. L’esordio vero e proprio di Diane Keaton nel mondo del cinema avviene agli inizi degli anni settanta con la pellicola “Amanti ed altri estranei”. In tale circostanza non passò inosservata agli occhi di “Francis Ford Coppola” il quale le propose la parte ne Il Padrino per la quale fu riconfermata nel sequel “Il padrino – Parte II”. Inoltre, l’attrice approda a “Broadway” alla fine degli anni sessanta con il musical “Hair” nel quale recitava la parte di un componente della tribù.

In seguito partecipò ad un provino per la commedia “Provaci ancora, Sam”. Ottenne la parte e grazie a questo ruolo significativo, fu nominata ai “Tony Award”. La collaborazione con il regista Woody Allen si trasformò in un’intensa storia d’amore. L’attrice recitò in ben sette pellicole del regista. In particolare, il film “Io e Annie” è stato considerato da molti come una sorta di autobiografia della loro relazione. L’attrice ottene il premio Oscar e il Golden Globe come migliore attrice protagonista. Inoltre, il titolo del film “Annie Hall” è ispirato al reale cognome di Diane, oltre ad essere il soprannome con cui il regista amava chiamarla, ovvero “Annie”. A spiccare è anche lo stile e la personalità del personaggio che ricordano molto le reali qualità di Diane Keaton. Con questo ruolo, l’attrice si è aggiudicata la sessantesima posizione nella classifica delle cento migliori interpretazioni della storia del cinema dalla rivista statunitense “Premiere”. Alla fine degli anni settanta la relazione della Keaton e di Woody Allen finisce e per l’attrice ha inizio una nuova storia d’amore con “Warren Beatty” con il quale lavora sul set di “Reds”, ottenendo un’ulteriore nomination all’Oscar come “migliore attrice protagonista”. Diane Keaton vince anche il “David di Donatello” in qualità di “migliore attrice straniera”. Tuttavia, la seconda relazione della Keaton va incontro alla rottura al termine della lavorazione della pellicola. L’attrice non è mai stata sposata ed ha adottato due bambini, il primo di nome Dexter ed il secondo di nome Duke.

Diane Keaton, attrice: biografia e curiosità