Corona bacia Silvia Provvedi e torna in carcere

Processo rinviato per errore, per Fabrizio Corona, cui è stato concesso di salutare amici e famigliari e baciare la sua fidanzata Silvia Provvedi, scoppiata in lacrime

Fabrizio Corona: Processo rinviato a febbraio, per un errore procedurale.

E così l’ex re dei paparazzi, tornato in carcere quasi 4 mesi fa mentre era in affidamento in prova, con l’accusa di intestazione fittizia di beni per circa 1,7 milioni trovati nel controsoffitto della casa della sua collaboratrice (oltre a circa 800mila euro depositati in cassette di sicurezza in Austria) dovrà aspettare febbraio per capire cosa succederà.

Al termine dell’udienza lampo, però (blindatissima a giornalisti e telecamere) Corona ha potuto abbracciare gli amici, l’amata mamma e soprattutto baciare la sua fidanzata Silvia Provvedi, che è scoppiata in lacrime.

Il suo legale, l’avvocato Chiesa, è fermamente convinto nel voler dimostrare che la provenienza di quel denaro non era illecita.

“Da parte dell’accusa non è stato inserito in lista testi nessun teste che possa parlare di una ipotetica provenienza illecita, della ‘Ndrangheta o altro, circa le somme trovate nella disponibilità di Corona per le quali è in carcere. La difesa ha presentato una lista di 190 testi per ricostruire -tutta la provenienza dei soldi e dimostrare che tutto è regolare, non c’è alcuna intestazione fittizia di beni, al massimo un problema fiscale. Intanto però Corona è in carcere”.

Chiesa chiede inoltre un processo a porte aperte: “Vogliamo un processo pubblico e sulle tv in aula non abbiamo problemi, abbiamo citato 190 testi”

Intanto Fabrizio può contare sull’amore di Silvia che ha più volte ribadito, in interviste e ospitate tv, di aspettarlo con ansia.

Io ci sarò come fidanzata, nel bene o nel male. Lo aspetto

Corona bacia Silvia Provvedi e torna in carcere