Claudio Marchisio, calciatore: biografia e curiosità

Claudio Marchisio è un personaggio noto del calcio italiano. Ha giocato nel ruolo di centrocampista nella nazionale e nella Juventus, ecco alcune informazioni utili

Claudio Marchisio è nato il 19 gennaio 1986 a Torino. Questo grande giocatore del calcio italiano è stato centrocampista sia nella nazionale che nella squadra della Juventus. Con quest’ultima, Marchisio è stato vincitore di ben 5 campionati della “Serie A” e un altro di “Serie B”. Il campione si è anche aggiudicato 3 “Supercoppe” e 2 “Coppe Italia”. Claudio Marchisio è stato membro della “nazionale olimpica” con la quale ha raggiunto la vittoria al “Torneo di Tolone”, partecipando successivamente alle Olimpiadi di Pechino 2008. Il calciatore si è anche aggiudicato la terza posizione alla “Confederations Cup”. Inoltre Marchisio è stato scelto per entrare a far parte nella squadra della “UEFA Champions League” tra l’anno 2014 e 2015. Claudio Marchisio ha trascorso la sua infanzia nella sua città natale. Ha sposato la sua compagna di nome Roberta nel 2008. Dal loro matrimonio sono nati due figli, Davide e Leonardo. Il primo soprannome di Claudio Marchisio fu “Piccolo Lord”, ma successivamente è stato denominato “Principino” in quanto molto attento all’abbigliamento e per via del suo atteggiamento durante le sfide in campo. E’ stato anche selezionato come testimonial del videogame “FIFA 13”, dove è stato raffigurato sulla copertina della versione italiana. Oltre al calcio, Claudio Marchisio è titolare di un ristorante situato a Chieri.

Grazie alle sue qualità fisiche, questo giocatore è stato considerato uno dei migliori calciatori italiani. E’ dotato di forza e resistenza, nonché di spiccate abilità tecniche. Marchisio ha intrapreso la carriera di calciatore in qualità di attaccante, ma per via delle sue caratteristiche fisiche ha in seguito ricoperto il ruolo di centrocampista. Grazie alle sue spiccate capacità in questa disciplina, il giocatore è stato classificato uno dei centrocampisti più forti di tutto il calcio europeo. La sua bravura ed il suo talento hanno reso Claudio Marchisio uno dei migliori giocatori italiani. La forza fisica unita alla sua spiccata personalità lo hanno sempre reso una vera e propria figura determinante durante le sfide. I suoi più grossi vantaggi sono i tiri da grandi distanze, nonché la sua versatilità nelle varie attività del centrocampo. A spiccare è anche il recupero della palla. Le sue doti sono spesso state paragonate a quelle di “Marco Tardelli”, in particolare per la sua abilità di introdursi nella sfida e dirigersi in rete. Grazie alle sue importanti qualità tecniche, Claudio Marchisio è stato selezionato nel corso degli anni per varie attività in campo ed è sempre riuscito ad ottenere notevoli riscontri positivi. Il calciatore è entrato a far parte della Juventus agli inizi degli anni novanta.

Da questo momento in poi è stato membro di numerose squadre giovanili, ha ottenuto il ruolo di capitano ed è stato vincitore di vari premi. Lo stesso Marchisio ha dichiarato che col trascorrere del tempo il calcio è diventato una vera e propria passione fino a diventare il suo lavoro dei tempi odierni. In questo periodo della sua vita, grazie all’allenamento dei suoi tecnici, il campione ha assunto il ruolo di centrocampista. Verso gli anni duemila avviene la vera svolta all’interno della carriera di Marchisio quando debutta tra i calciatori professionisti. E’ proprio qui che mette in risalto le sue grandi abilità di giocatore fino a scalare definitivamente la vetta del successo. Divenuto ormai un giocatore importante, Claudio Marchisio viene così scelto costantemente per l’attività del centrocampo all’interno della squadra juventina tanto che in numerose partite viene selezionato per entrare in campo già dai primi minuti. Grazie alle sue elevate prestazioni, Marchisio ha contribuito al rientro della “Juventus” in “Serie A”. Al termine di questo importante traguardo, il calciatore ha fatto parte per un anno anche nella squadra toscana Empoli. Lo stesso giocatore ha affermato che questa esperienza è stata molto significativa in quanto ha potuto mettere nuovamente alla prova le sue capacità. Claudio Marchisio ha esordito nell’Empoli tra l’anno 2007 e 2008 per la sfida del primo “campionato” di “Serie A”.

Durante lo stesso periodo ha debuttato anche in “Coppa UEFA” fino a partecipare a numerose partite stagionali. Nonostante ciò, la sua presenza non è stata di aiuto per il ritorno della squadra toscana in “Serie B”. Claudio Marchisio ha spesso dichiarato che la “Juventus” è sempre stata il suo sogno più grande. Il suo obiettivo è proprio quello di raggruppare il maggior numero di presenze con questa squadra. La sua aspettativa più grande è quella di diventare un vero e proprio simbolo della società bianca e nera per non abbandonarla mai più. Oltre al grande successo ottenuto in ambito calcistico, non resta che svelare alcune curiosità su questo amatissimo calciatore. Claudio ha iniziato a giocare a calcio alla sola età di sette anni fino a farne di questa attività il suo hobby primario. Quando era un bambino, il calciatore era un grandissimo fan di “Del Piero” tanto da avere un suo grande poster appeso nella sua stanza. Ha iniziato a giocare con il numero dieci, ma successivamente è passato al numero otto. Oltre ad essere un accanito tifoso di “Del Piero”, Marchisio è anche un grande appassionato di Formula 1 e ama collezionare i francobolli. Il giocatore è proprietario di una “Ferrari GTO” ed ama farsi delle lunghe passeggiate su strada da solo. A quanto pare la moglie di Marchisio è particolarmente gelosa, ma nonostante ciò la coppia ha dichiarato di avere uno splendido rapporto basato sulla totale onestà.

Claudio Marchisio, calciatore: biografia e curiosità