Chelsey Sullenberger, pilota aereo: biografia e curiosità

Chi è Chelsey Sullenberger? Scopriamo insieme la vita e le curiosità riguardanti questo noto pilota molto famoso per l'atterraggio sul fiume Hudson con un aereo di linea

Chelsey Sullenberger, conosciuto anche come Chesley Burnett “Sully” Sullenberger III è una persona americana impiegata come capitano di un volo di linea; oltre all’attività di pilota, questo personaggio è conosciuto anche per essere un consulente dell’aviazione civile per quanto concerne la sicurezza dei passeggeri all’interno di un aereo. L’episodio che lo consacrerà ad eroe degli Stati Uniti d’America è sicuramente il miracoloso atterraggio del volo della Airways Flight 1549, che poco dopo il decollo ebbe notevoli problemi di propulsione. Non potendo tornare all’aeroporto LaGuardia tentò l’atterraggio sul fiume Hudson, a Manhattan, nella città di New Tork. L’impresa ebbe successo, riuscendo così a salvare tutte le 155 persone che erano a bordo del velivolo senza che riportassero ferite. Dopo tale incidente si è reso portavoce per la sicurezza dei passeggeri nei voli di linea, dopo poco più di 30 anni di carriera come pilota civile. Inoltre è anche conosciuto per le sue opere scritte, come il racconto delle sue memorie di ciò che avvenne durante l’ammaraggio nel fiume Hudson.

Sullenberger nasce nella città di Denison, nel Texas, ed è figlio di Pauline Marjorie, una insegnante di scuola elementare e di Chesley Burnett Sullenberger, un dentista locale. Nella sua famiglia rientra a far parte anche una sorella con cui ebbe modo di costruire diversi modelli di aerei durante la sua infanzia. Insomma, la passione per il volo si presenterà fin da quando era bambino. All’età di 12 anni gli venne riconosciuta la possibilità di entrare a far parte del Mensa International grazie al suo quoziente intellettivo molto elevato. Durante il periodo scolastico si fa conoscere per lo svolgimento di tante attività e il riconoscimento di numerosi ruoli importanti come il primo flautista, presidente del club di latino. Ma nonostante fosse uno studente modello la sua passione per il volo non passerà mai, che si riaccenderà moltissimo durante la visita ad una base militare. Dopo essersi diplomato, a 16 anni imparar a pilotare un aereo da una scuola privata, ricevendo lezioni da un istruttore locale.Nel 1969 decide di entrare a far parte delle forze armate degli Stati Uniti d’America, nello specifico entrando nella aviazione militare.

La selezione fu molto dura, ma nonostante questo fatto fu scelto per un programma speciale, che lo portò ad essere un istruttore di volo alla fine dello stesso anno. Durante il suo servizio militare riceverà diversi riconoscimenti, come il miglior pilota della sua squadra. L’aviazione gli permetterà anche di continuare gli studi, mandandolo all’università di Purdue dove avrà modo di frequentare e completare un master avanzato di pilotaggio veicoli. I suoi assegnamenti durante la sua carriera militare furono diversi, e tutti in squadroni tattici da combattimento molto famosi, aumentando la sua già notevole esperienza di volo facendo esperienze in tutto il mondo, come il Europa e nel Pacifico. Abbandonata l’aviazione Chelsey Sullenberger troverà impiego come pilota di line per la US Airways e per la società precedentemente esistita dal 1980 fino al 2010. Le sue qualifiche gli danno la possibilità di poter guidare velivoli con uno o più motori; inoltre è anche riconosciuto come pilota commerciale ed è un istruttore di volo eccellente, con quasi 20 mila ore di voli effettuati in varie occasioni.Ma l’occasione che lo renderà famoso in tutto il mondo sarà l’incidente con il volo 1549 della società con cui lavorava. Il volo era di tipo commerciale e trasportava 155 persone totali, comprendendo anche il personale di bordo. La partenza avvenne dall’aeroporto LaGuardia di New York , e l’aereo era uno dei più tecnologici al mondo, assemblato nel 1999.

La destinazione prevista era il Carolina del nord e come previsto partì in orario perfetto alle 15:24. Ad un certo punto del volo però il copilota notò che uno stormo di uccelli si dirigeva verso il velivolo, che effettuò una collisione con l’aereo stesso dopo neanche 3 minuti dalla partenza. L’impatto con i volatili produsse una notevole quantità di carcasse che andarono ad inserirsi dentro i motori che iniziarono a perdere potenza velocemente. A questo punto Chelsey Sullenberger comunicò l’avvenimento alla torre di controllo per poter richiedere un atterraggio di emergenza. L’operatore che risposte alla chiamata di soccorso gli diede tutte le istruzioni per tornare all’aeroporto LaGuardia e successivamente al Teterboro Airport. Sullenberger si rese conto fin da subito che non era possibile raggiungere i aeroporti a causa della grande distanza da coprire e il vento contrario, così prese la decisione di atterrare sul fiume Hudson, salvando la vita di tutte le persone trasportate. In seguito venne riconosciuto il coraggio con cui compi la manovra molto pericolosa, tanto che venne inserita come procedura d’emergenza tra quelle vigenti all’interno del aeroporto LaGuardia. Successivamente venne anche prodotto un film dove vengono raccontate tutte le vicende riguardanti questo incidente, prodotto da Clint Eastwood e intitolato Sully , ossia il soprannome con cui veniva chiamato il pilota dalle persone che lo conoscevano.

Chelsey Sullenberger, pilota aereo: biografia e curiosità