Charlton Heston, attore: biografia e curiosità

Charlton Heston è un noto attore, nonché regista di origine statunitense, ecco alcuni importanti approfondimenti sulla vita e la carriera

Charlton Heston, dal nome d’arte “John Charles Carter” è nato il 4 ottobre 1923 a Evanston. Si tratta di un noto attore e regista di origine statunitense. Non solo, è anche un interprete di colossal d’argomento biblico-storico. Charlton Heston è stato uno degli attori più apprezzati dal cinema italiano ed internazionale. Ha vinto il premio Oscar al “miglior attore” nel 1960 per “Ben Hur”. Originario dell’Illinois, suo padre era un operaio. Alla sola età di 10 anni, ha dovuto affrontare il divorzio dei suoi genitori. Charlton andò a vivere con la madre, la quale in seguito sposò Chester Heston. La famiglia si trasferì a Wilmette, a nord di Chicago. Heston ha seguito il suo percorso di studi presso la “New Trier High School”. Successivamente ha studiato recitazione, ottenendo ottimi riscontri. Quest’ultimi gli permisero di ottenere una borsa di studio per la “Northwestern University” da parte del “Winnetka Community Theatre”, dove lavorava nel ruolo di attore. Quando frequentava ancora il liceo, Charlton Heston recitò in una pellicola amatoriale muta. Nell’anno 1944, Heston abbandonò il college e si arruolò nelle “United States Army Air Forces”. E’ proprio qui che visse per circa due anni, precisamente in Alaska. Il ruolo ricoperto nella “Eleventh Air Force” era nello “Staff Sergeant”. Nel 1944 si innamorò di Lydia Clarke, una nota attrice. Dopo la nascita della loro relazione, i due si sposarono. Al termine della seconda guerra mondiale, la coppia visse nella zona di New York di “Hell’s Kitchen” e qui intrapresero la carriera di modelli.

Qualche anno dopo, a Charlton venne proposta una parte secondaria a Broadway, nel remake di “Antonio e Cleopatra” di Shakespeare, insieme alla protagonista Katharine Cornell. Grazie a questa partecipazione, Charlton Heston iniziò a riscuotere un enorme successo ed ottenne in breve tempo una grande popolarità. Raggiunse notorietà anche in ambito televisivo, interpretando vari ruoli nella serie della “CBS Studio One”, particolarmente nota a quei tempi. Inoltre, il suo fisico non passava inosservato, grazie anche alla sua altezza di 191 cm. In ambito teatrale interpretò vari ruoli, come ad esempio il protagonista nel “A Man for All Seasons ” e il ruolo di “Marco Antonio” in “Giulio Cesare” e “Antonio e Cleopatra”. “La città nera”, nell’anno 1950, fu uno dei film principali di Charlton Heston. Infatti, dopo aver interpretato questa parte, fu particolarmente apprezzato dal pubblico di tutto il mondo. Ma una svolta nella sua carriera arrivò con il ruolo di direttore di circo nella pellicola “Il più grande spettacolo del mondo”. Dopodiché Heston divenne un attore celebre con il ruolo di Mosè in “I dieci comandamenti” nel 1956. In particolare, in quest’ultimo film fu scelto poiché il regista lo considerava una vera e propria incarnazione della statua di Mosè del Michelangelo.

Nella sua lunga carriera piena di successo e soddisfazione, Charlton Heston è stato spesso protagonista in film dal tema “epico-storico”, come “Ben-Hur” . Grazie a quest’ultima pellicola e alla vincita dell’Oscar al “miglior attore”, è ancora oggi particolarmente apprezzato e ricordato a livello internazionale. Ulteriori capolavori cinematografici che videro impegnato Heston furono la fantascienza e le pellicole di genere catastrofico. Alcune riscossero un enorme successo e divennero in poco tempo dei veri e propri cult del genere. Tra questi film si trovano “Il pianeta delle scimmie”, “Occhi bianchi sul pianeta Terra”, “2022: i sopravvissuti”, “Terremoto” ed infine “Airport” nel 1975. Nel 1958 interpretò il ruolo di protagonista nel capolavoro di Orson Welles “L’infernale Quinlan”. Precisamente Charlton recitò la parte di un importante poliziotto in cerca della verità in affari poco leciti. Si tratta di una pellicola ormai riconosciuta a livello internazionale, nota soprattutto per la sequenza iniziale. E’ inoltre considerata dai critici di tutto il mondo come una delle pellicole più affascinanti di sempre. Charlon Heston diresse i film “I predatori della vena d’oro” e “Un uomo per tutte le stagioni”, ma non ottenne particolari riscontri.

Successivamente partecipò in varie pellicole in ruoli secondari o attraverso delle semplici comparse. Tuttavia, la sua enorme popolarità ha sempre continuato ad accrescere. La sua voce particolare inoltre, gli ha permesso di svolgere il ruolo di narratore in vari film. Negli anni ottanta e novanta, insieme al figlio Fraser produsse e partecipò a numerosi film per la tv. Ottenne un grande successo dalla critica per la serie “Charlton Heston presenta la Bibbia”, mandata in onda dalla televisione e riproposta con successo in DVD. Nell’anno 2001 ha partecipato al rifacimento del “Pianeta delle scimmie” di Tim Burton, nel ruolo di una scimmia. Successivamente ha partecipato al film-documentario di Michael Moore Bowling. E’ proprio qui che fu intervistato dal regista come presidente della “National Rifle Association” in base all’utilizzo delle armi negli Stati Uniti. L’attore ebbe una reazione particolare. Decise, infatti, di abbandonare il regista e chiese lui di stare lontano da casa sua. Il suo ultimo film è stato “My father” nel 2003, dove ha interpretato il ruolo di nazista. Charlton Hesto, oltre ad essere stato un attore di grossa fama, è stato anche un importante punto di riferimento in ambito politico, a destra, nonché eletto presidente della “National Rifle Association”. In seguito è stato colpito dalla malattia di Alzheimer. Charlton Heston è morto il 5 aprile 2008, all’età di 84 anni all’interno della sua abitazione. Dalla relazione con attrice Lydia Clarke, nacquero i loro due figli di nome Fraser e Holly. Dopo la sua morte, il corpo dell’attore è stato cremato.

Charlton Heston, attore: biografia e curiosità