Carlo Verdone, attore: biografia e curiosità

Carlo Verdone è uno dei personaggi più apprezzati all'interno del panorama cinematografico italiano grazie al suo ruolo di comico e sceneggiatore. Ecco alcune curiosità

Carlo Verdone nasce il 17 novembre 1950 a Roma. Si tratta di una vera e propria celebrità particolarmente amata da tutto il pubblico italiano. Verdone, infatti, è un attore, nonché regista e sceneggiatore. Il padre, Mario Verdone, è anch’esso un personaggio importante nel mondo del grande schermo in quanto è stato un critico cinematografico. Carlo ha un fratello di nome Luca Verdone, anch’esso regista, mentre la sorella Silvia è la moglie di Christian De Sica. Carlo Verdone ha conseguito gli studi e si è diplomato al liceo classico nella sua città natale. Successivamente si è iscritto alla facoltà di Lettere Moderne sempre a Roma presso l’università La Sapienza. In quest’ultima, il padre di Carlo lavorava come professore in Storia del cinema. Una curiosità relativa a tale aspetto fu proprio che il figlio Carlo dovette ripetere l’esame in quanto la prima volta non fu ammesso proprio dal padre. Carlo conseguì la laurea con una tesi basata sulla letteratura e sul cinema muto italiano. In tale ambito, ebbe l’occasione di guardare alcuni film e varie proiezioni insieme al padre con la presenza di Francesca Bertini, simbolo rappresentativo del cinema muto.

Inoltre, prima di laurearsi, Verdone si è anche diplomato in regia sempre a Roma. Il suo approccio con il mondo cinematografico lo ha visto dedicarsi alla sua attività artistica in ambito televisivo e all’interno di vari cabaret in compagnia di numerosi attori emergenti. Allo stesso tempo si era occupato anche di alcuni spot per il noto programma Carosello. Già in età giovanile, Carlo Verdone ha scoperto la sua forte passione per il cinema ed ha iniziato a dedicarsi a vari cortometraggi e riprese amatoriali tra cui Poesia Solare ed Elegia notturna. L’attore ha iniziato così a sperimentare le sue abilità artistiche nell’ambito della regia. Purtroppo però tali cortometraggi vennero persi dalla RAI alla quale il regista li aveva prestati per la realizzazione di un documentario basato proprio su di lui. Ma con il lungometraggio Un sacco bello, Carlo Verdone esordisce nell’ambito della regia nell’anno 1980. In questa pellicola recita vari ruoli, ottenendo così una distinta notorietà nel mondo del grande schermo. Successivamente si dedica alle tecniche di ripresa e conduzione grazie ad un set di Sergio Leone.

Tale esperienza è stata molto significativa per l’attore, poiché ha avuto modo di approfondire tutte le sue conoscenze nella regia. Il film Bianco, rosso e Verdone nel 1981 ha riscosso un enorme successo nel corso della sua carriera, poiché ha messo in risalto tutte le doti artistiche e le sue spiccate qualità di attore. La sua carriera lo ha visto impegnato inizialmente nel ruolo di regista ed attore nel genere comico, ma col trascorrere del tempo, Verdone si è dedicato maggiormente a varie tipologie inerenti alla tipica commedia italiana. L’attore è considerato, infatti, un vero e proprio successore di Alberto Sordi. Quest’ultimo però ha sempre mostrato la sua disapprovazione a riguardo. Ad accomunare i due personaggi è proprio una potenzialità ben precisa, ovvero quella di rappresentare perfettamente il tipico abitante romano della capitale degli anni ottanta in tutti i suoi aspetti e difetti. Inoltre i due hanno anche girato dei film insieme, ovvero In viaggio con Papà e Troppo Forte. Dopo aver dedicato vari anni della sua carriera nel mondo della commedia classica, Carlo Verdone si è avvicinato a varie tematiche moderne e sociali.

Tuttavia, l’attore ha sempre mantenuto un legame particolare con la commedia italiana, tipica della tradizione, fino a diventare uno dei personaggi principali della comicità per dedicarsi in seguito a ruoli cinematografici più impegnativi, adempiendo sempre al suo stile unico. E’ proprio quest’ultimo aspetto ad averlo reso uno dei registi e degli attori più apprezzati da tutto il pubblico. Durante la sua carriera, Carlo Verdone si è anche dedicato alla scrittura di alcuni libri autobiografici ed ha realizzato vari documentari insieme al fratello. I video musicali dei brani Mi piaci di Alex Britti e Meraviglioso dei Negramaro sono stati girati da lui. Quest’ultimo brano è stato inoltre utilizzato come colonna sonora della pellicola Italians, dove Verdone ha recitato il ruolo di protagonista in compagnia di Riccardo Scamarcio. Verdone ha avuto due figli dalla sua ex moglie Gianna Scarpelli, dalla quale si è separato nel 1996. La prima figlia, di nome Giulia, è nata nel 1986 ed è nota per la sua breve apparizione in Al lupo al lupo, mentre il figlio di nome Paolo è nato due anni dopo ed è altrettanto noto per la comparsata nella pellicola Grande, grosso e Verdone. La colonna sonora della nota pellicola intitolata Borotalco del regista Carlo Verdone è stata firmata dagli Stadio e dal rinomato cantautore Lucio Dalla nell’anno 1982.

Carlo Verdone, attore: biografia e curiosità