Carlo Lucarelli, scrittore: biografia e curiosità

Carlo Lucarelli è un noto personaggio televisivo italiano, ecco tutte le informazioni utili sulla vita e sulla carriera di questo famoso conduttore

Carlo Lucarelli è nato il 26 ottobre 1960 a Parma. Questo personaggio ha svolto un ruolo fondamentale nel panorama televisivo italiano, in quanto non solo è un noto giornalista e scrittore, ma anche un conduttore televisivo e regista dalla grande fama. E’ figlio di un ematologo particolarmente riconosciuto di nome Guido. Lucarelli ha conseguito gli studi presso il Liceo Classico Torricelli a Faenza. Ha debuttato in ambito letterario con il giallo “Carta Bianca” pubblicato nel 1990. Si tratta di un’opera che ha riscosso sin da subito un grande successo ed è stata particolarmente apprezzata da tutto il pubblico italiano. E’, infatti, uno dei primi capolavori di Carlo Lucarelli, poiché in seguito ha dato vita ad ulteriori opere poliziesche e noir. Grazie a questo suo spiccato talento, Carlo Lucarelli è diventato in breve tempo un personaggio importante ed apprezzato anche all’estero. Lucarelli è infatti particolarmente noto per questo genere in quanto riesce perfettamente a trasmettere emozioni e allo stesso tempo a catturare il lettore con la giusta suspense. Tra le altre sue opere di alto livello si trova “Almost Blue”, diventato un vero e proprio best seller dal quale è stato anche tratto un romanzo a sfondo noir ed un film. Inoltre, non è passata inosservata la collaborazione con Dario Argento per la sceneggiatura della pellicola “Non ho sonno” del 2001. Carlo Lucarelli è stato quindi un personaggio importante per il panorama televisivo italiano, in quanto oltre ad occuparsi della sceneggiatura di varie pellicole, ha lavorato anche nell’ambito del giornalismo. Precisamente, ha collaborato per numerose riviste e giornali tra cui Il Messaggero, L’Europeo ed Il Manifesto. Le sue importanti doti nel campo della scrittura hanno portato il giornalista a vincere svariati premi letterari, grazie ai quali ha acquisito sempre più notorietà ed apprezzamento da parte del pubblico italiano. Durante il corso della sua carriera, il conduttore si è dedicato a numerose attività in ambito televisivo. Tra le sue prime esperienze spicca la collaborazione per una trasmissione condotta da Adriano Celentano del quale Lucarelli si è occupato nel ruolo di autore. In seguito, il giornalista ha raggiunto l’apice del successo quando è diventato conduttore della famosa trasmissione Blu Notte mandata in onda dal 1998. Si è anche occupato della firma per il soggetto per il fumetto del n.153 di “Dylan Dog”. Nel 1999 diventa ufficialmente conduttore del programma Blu Notte – Misteri italiani che durante la prima edizione aveva un nome differente, ovvero “Mistero in Blu”. Quest’ultima trasmissione andava in onda in prima serata su Rai 3 ed era incentrata su alcuni approfondimenti dei vari episodi di cronaca, nonché molteplici indagini sui fatti gravi e sugli omicidi che caratterizzavano quel periodo della storia italiana. Grazie a questa importante funzione e alla sua spiccata abilità nel mondo dei gialli e dei thriller, le trasmissioni divennero particolarmente seguite ed apprezzate da tutto il pubblico italiano. Successivamente Carlo Lucarelli si è anche occupato della sceneggiatura di svariati spettacoli di Celebrazioni medievali. Essendo diventato in breve tempo un personaggio importante nell’ambito della scrittura e della letteratura, Lucarelli ha deciso di fondare “Gruppo 13”, ovvero un’associazione di scrittori di romanzi noir della regione Romagna, occupandosi anche della rivista telematica “Incubatorio 16”. E’ stato un noto insegnante di scrittura creativa presso un istituto di Torino ed un carcere di Padova. In seguito a queste distinte esperienze, Carlo Lucarelli sparì per un po’ di tempo dalla scena televisiva. Ma il 2006 ha segnato il suo ritorno nella tv come ideatore della fiction “L’ispettore Coliandro”. Dopo appena due anni esce un suo nuovo romanzo che ha riscosso sin da subito un grande successo, ovvero “L’ottava vibrazione”. Il suo amore per la scrittura lo ha spinto inoltre a fondare “Bottega Finzioni”, ovvero un istituto dedicato alla scrittura creativa basata principalmente sulla letteratura, progetti per i bambini e per i giovani, nonché fiction di vario tipo. Ma nell’anno 2012 è avvenuta la svolta nella vita di Carlo Lucarelli in quanto è diventato papà di due gemelline. Non resta che chiedersi quindi come è cambiata la sua vita dai romanzi gialli ed i programmi televisivi a papà delle piccole. Il conduttore non ha perso occasione a rilasciare alcune informazioni relative a questo importante avvenimento della sua vita. E’ lo stesso scrittore, infatti, a mettere in evidenza l’importanza del ruolo di padre che si trova a vivere questa nuova avventura che porterà avanti per tutta la vita. Precisamente lo scrittore afferma che avere un bambino significa dividersi correttamente dei compiti importanti in due o con più persone come ad esempio i nonni, mentre avere due gemelline significa tenerle sotto controllo numericamente e alla pari. Dunque Lucarelli, padre di due gemelle, spiega che questo ruolo implica anche svolgere tutte le attività che fa la madre, come cambiare i pannolini e stare accanto alle piccole quando piangono. Infatti aggiunge che la sua vita è cambiata radicalmente, sottolineando che non si tratta soltanto di una questione di tempo, ma soprattutto di pensiero.

Carlo Lucarelli, scrittore: biografia e curiosità