Bryan Adams, cantante: biografia e curiosità

Bryan Adams è un famoso cantante, musicista e fotografo canadese. Scopriamo qualcosa in più sulla sua vita e sulla sua carriera ricca di successi e record di vendite

Bryan Adams, il famoso cantautore canadese, nasce a Kingston, in Ontario, il 5 novembre 1959. Passa la sua infanzia e la sua giovinezza a viaggiare per il mondo con il padre, il capitano Conrad J. Adams, la madre Elizabeth Jane e il fratello Bruce. La famiglia Adams trascorre, infatti, alcuni anni in Portogallo, in Austria e in Israele. La passione per la musica è innata e, fin dalla prima infanzia, Bryan manifesta il suo talento naturale. Da adolescente, già molto tenace ed ambizioso, lavora come magazziniere e come lavapiatti al fine di poter risparmiare un po’ di denaro e comprare la prima chitarra. Suona in alcune band giovanili e, alla fine, abbandona la scuola per inseguire la sua più grande passione, ovvero la musica. La prima importante chance arriva quando riesce ad entrare nella band di recente formazione Sweeney Todd, al posto del cantante Nick Gilder, che sceglie di intraprendere la carriera solista.

Nel 1976 la band esce con l’album “If Wishes Were Horses”. Bryan Adams rimane legato al gruppo Sweeney Todd ancora per un anno, poi ottiene un impiego nel Canadian Broadcasting Corporation (CBC), il servizio pubblico radiotelevisivo nazionale canadese. Qui conosce vari artisti, tra i quali il musicista e cantautore canadese Jim Vallance. È questo il punto di svolta nella vita dell’artista che regalerà al mondo brani del calibro di “Heaven”, “Everything I Do” e “Here I Am”, solo per citarne alcuni. La collaborazione tra i due artisti ha inizio nel 1978 e va avanti per decenni. Insieme, Bryan Adams e Jim Vallance scrivono alcune delle canzoni più amate e premiate dal pubblico e producono diversi album. Nel 1978, Bryan ottiene il suo primo contratto discografico con la società A & M: la firma dell’accordo economico dà ufficialmente inizio alla sua carriera professionale nella musica. In questi anni, con Jim firma, tra le altre, le canzoni “Remember”, “I’m Ready”, “Let Me Take You Dancing” e “Straight from The Heart”.

Nel 1980 esce il suo primo album, “Bryan Adams”, co-prodotto dallo stesso Adams e da Vallance. Segue il progetto discografico intitolato “You Want It You Got It”. Nel frattempo, Bryan scrive brani anche per altre band, quali ad esempio “Don’t Let Him Know”, “Edge Of A Dream”, “No Way to Treat a Lady” e “Teacher Teacher”. Il suo album di svolta, “Cuts Like a Knife”, viene lanciato nel 1983. Questo disco contiene la canzone “Straight from the Heart”, che si piazza immediatamente tra i primi dieci brani nella classifica “100 Billboard Hot”. L’intero album si pone al numero otto della classifica album “Billboard 200” e diventa tre volte disco di platino in Canada. Il suo quarto album registrato in studio è “Reckless“: uscito nei negozi di musica nel 1984, si rivela un successo immediato grazie ad alcune canzoni vincenti, quali “Summer of 69”, “Run to You”, “Somebody” e “One Night Love Affair”.

Vende 4 milioni di copie, raggiunge la vetta della classifica degli album “Billboard 200” e, con “Heaven“, ottiene il primo posto nella classifica “Billboard Hot 100”. Il brano “It’s Only Love”, inoltre, riceve la nomination ai Grammy Award. Celebrato ormai come una vera superstar internazionale, produce poi un album dal vivo “Live! Live! Live!”, mentre nel 1987 esce con “Into the Fire”, contenente “Hearts on Fire” e “Heat of the Night”; quest’ultima canzone ottiene la nomination ai Grammy. Lavora, quindi, come corista con la band Mötley Crüe e con la cantante Belinda Carlisle ed è la voce fuori campo nello show “The Real Story of the Three Little Kittens”. Nel 1991 Bryan Adams registra l’album “Waking Up The Neighbours”, un grande successo mondiale, con il quale si posiziona subito al sesto posto della chart “Billboard 200”.

La canzone più popolare del disco, “(Everything I Do) I Do It for You“, vende più di 3 milioni di copie solo negli Stati Uniti, diventa il secondo single più venduto nella storia della discografia americana, dopo “We Are The World”, vola in testa alle classifiche in molti Paesi e mantiene la posizione numero uno nella UK Singles Chart per sedici settimane consecutive. Questo famosissimo brano, colonna sonora del film “Robin Hood – Principe dei ladri” con Kevin Costner, viene candidato all’Oscar. Tra il 1992 ed il 1999, il cantante e chitarrista propone due album, “18 til I Die” e “On a Day Like Today”. Inoltre pubblica due dischi dal vivo, “Live in Europe – Keep On Running” e “MTV Unplugged”, e due compilation, “So Far So Good” (con la hit inedita “Please Forgive Me”) e “The Best of Me”. Nel 1995 scrive il singolo “Have You Ever Really Loved a Woman?” per il film “Don Juan DeMarco – Maestro d’amore”, con Marlon Brando e Johnny Depp; grazie a questo brano, Adams viene nominato nuovamente agli Academy Award.

Durante il decennio 2000-2010, questo eccezionale e talentuoso artista lavora ad un paio di album in studio, “Room Service” e “11”, e a tre dischi dal vivo, “Bare Bones”, “Live at Budokan” e “Live in Lisbon”. Nello stesso periodo Bryan Adams produce alcune compilation, “Anthology” e “Icon”, e colonne sonore, “Spirit: Stallion of the Cimarron” e “Colour Me Kubrick”. Nel 2010 viene premiato con l’Allan Waters Humanitarian Award per il suo contributo a cause benefiche. L’anno successivo viene incluso nella Hollywood Walk of Fame. Nel 2014 esce l’album di cover “Tracks of My Years”. Parallelamente alla carriera nella musica, Adams segue quella di fotografo professionista. Cura diversi servizi per riviste del calibro di Vogue, Interview, Esquire e Harper Bazaar e realizza libri fotografici. Lavora anche per compagne pubblicitarie per grandi marchi, quali Guess Jeans, Montblanc, John Richmond e Opel. Per quanto riguarda la sua vita privata, Bryan Adams è sposato con Alicia Grimaldi; la coppia ha due figlie, Mirabella Bunny Adams e Lula Rosylea.

Bryan Adams, cantante: biografia e curiosità