Boris Becker, tennista: biografia e curiosità

Boris Becker è ritenuto uno dei più forti tennisti della storia. Ripercorriamo insieme la vita professionale e privata di questo campione di tennis tedesco

Boris Becker è nato il 22 novembre 1967 a Leimen, piccola città del sud-ovest della Germania. Si appassiona al mondo del tennis già dalla tenera età di cinque anni. Il grande talento dimostrato in questo sport gli vale una dispensa speciale da parte del Ministero della pubblica istruzione tedesco, così da poter abbandonare gli studi anzitempo per dedicarsi a tempo pieno al tennis. Dopo essersi contraddistinto a livello giovanile, nel 1984 passa al professionismo. Nello stesso anno vince il suo primo titolo nel doppio, al BMW Open di Monaco di Baviera. Boris Becker si fa notare anche nel singolare, raggiungendo i quarti di finale degli Australian Open e concludendo il primo anno al 66esimo posto dell’ATP World Tour. Il primo titolo nel singolare arriva nel 1985 al Queen’s Club Championships di Londra e subito dopo questo successo, con grande sorpresa di tutti, si aggiudica anche il prestigioso torneo di Wimbledon. Nello stesso anno si aggiudica anche il Cincinnati Open.

Grazie a questi risultati conclude l’anno al sesto posto del ranking mondiale e si qualifica per la prima volta al Nabisco Masters, l’attuale ATP World Tour Finals, ultimo torneo stagionale a cui prendono parte i migliori tennisti delle classifiche ATP di singolare e di doppio, riuscendo a raggiungere la finale, ma venendo sconfitto da un altro mostro sacro del tennis come Ivan Lendl. Nel 1986 riesce a difendere il titolo a Wimbledon, vince a Tokyo, Montreal, Parigi e Sidney, riuscendo così ad accedere nuovamente al Master di fine anno, in cui si ripete lo stesso copione dell’anno precedente. Boris Becker chiude l’anno con un ulteriore passo in avanti nel ranking ATP, piazzandosi al secondo posto. Nel 1988 riesce finalmente a vincere il suo primo Nabisco Masters, arrivando in finale ancora contro Lendl. Quell’anno vince anche la sua prima Coppa Davis, con la divisa della Germania Ovest. Nel 1989 vince ancora a Wimbledon, dimostrando il suo grande feeling con questo torneo e con i campi in erba, e centra la prima vittoria agli US Open. Con la Nazionale della Repubblica Federale di Germania riesce a difendere la Coppa Davis vinta l’anno prima.

Nel 1991 arriva il suo quarto Slam della carriera, vincendo gli Australian Open e, con questo successo, riesce per la prima volta in carriera a conquistare il primo posto del ranking mondiale. L’anno seguente si aggiudica il suo secondo ATP Tour World. Nel 1992 vince la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Barcellona, in coppia con il connazionale Michael Detlef Stich. Il declino sportivo del tennista tedesco inizia nel 1993, anche a causa di numerosi infortuni, che lo fanno scendere all’undicesimo posto del ranking, chiudendo l’anno fuori dalla top ten per la prima volta dal 1984. Gli ultimi risultati di rilievo, prima del ritiro, sono la vittoria all’ATP Tour World ’95 e l’Australian Open ’96, suo sesto e ultimo titolo del Grande Slam. Il definitivo ritiro dal tennis giocato avviene nel 1999. Attualmente ricopre il ruolo di imprenditore nel settore delle attrezzature sportive e dal 2013 è l’allenatore del campione serbo Novak Đoković. Nel 2003 è stato inserito nell’International Tennis Hall of Fame, come avvenuto per tante altre leggende del tennis.

In quindici anni di professionismo ha vinto 49 titoli nel singolare, 15 titoli nel doppio e due Coppe Davis. Forse l’unico rimpianto di un’incredibile carriera come la sua rimane quello di non aver mai vinto l’Open di Francia, unico torneo del Grande Slam che manca al suo ricco palmares. In carriera il tedesco ha affrontato più volte tennisti del calibro di Mats Wilander, Pat Cash, Henri Leconte, Michael Chang, Jimmy Connors, John McEnroe, Thomas Muster, Goran Ivanišević, Andre Agassi, Jim Courier, Evgenij Kafel’nikov, Richard Krajicek, Àlex Corretja, Pete Sampras, Lleyton Hewitt, Ivan Lendl e Stefan Edberg. Storiche le rivalità tra Boris Becker e questi ultimi due, avversari incotrati più volte nelle finali Slam. Nella vita privata si è sposato due volte: dal 1993 al 2001 con la modella Barbara Feltus Pabst e dal 2009 è legato alla modella Sharlely Kerssenberg. Boris Becker ha in tutto quattro figli, due avuti dalla prima moglie, uno avuto da quella attuale e uno avuto in seguito ad una relazione extraconiugale durante il primo matrimonio. È un grande appassionato di scacchi e poker. Ecco dunque chi è Boris Becker, leggenda tedesca del tennis mondiale.

Boris Becker, tennista: biografia e curiosità