Bjork, cantante: biografia e curiosità

Bjork è una cantautrice islandese famosa in tutto il mondo per la sua voce, personalità e per il suo eclettico stile musicale. Scopriamo qualcosa di più sulla sua vita professionale e privata

Bjork Guðmundsdóttir è nata il 21 novembre 1965 a Reykjavík, capitale dell’Islanda. La sua carriera musicale ha inizio a soli undici anni, quando uno dei suoi insegnanti di pianoforte invia una registrazione della cantautrice ad una emittente radio islandese. Il pezzo viene trasmesso e poco tempo dopo Bjork firma un contratto con una casa discografica nazionale. A soli dodici anni pubblica il suo primo album, “Bjork”, diventando un grande successo in Islanda. Nei successivi anni dà vita a numerosi gruppi musicali con cui pubblica vari dischi, poco distribuiti ai tempi e oggi difficilmente reperibili. La sua band più famosa è senza dubbio quella dei Sugarcubes, la quale riscuote un discreto successo internazionale, soprattutto in Inghilterra e negli Stati Uniti d’America. Nel 1992 sente il bisogno di esprimersi da sola, perciò gli Sugarcubes si sciolgono e Bjork si trasferisce a Londra per intraprendere la carriera da solista. Questa decisione segna l’inizio della sua scintillante carriera. Il primo disco internazionale, “Debut”, è un successo mondiale, venendo addirittura nominato album dell’anno nel 1993. Ne nasce anche un tour, il primo della sua carriera.

Il successo prosegue con i successivi dischi e la fama mondiale di Bjork cresce sempre più rapidamente. Ad agosto 2004 si esibisce durante la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici estivi di Atene. Nel marzo 2015 si è tenuto al Museum of Modern Art di New York una mostra in onore dell’artista islandese. L’ultimo suo lavoro risale al 2015, quando pubblica l’album “Vulnicura”. In quasi quarant’anni di carriera musicale ha pubblicato diciannove album, di cui dodici in studio, cinque live e due raccolte. Si è esibita dal vivo in otto tour mondiali per un totale di 409 concerti e vinto tantissimi premi, tra cui tre UK Music Video Awards, quattro MTV Video Music Awards, quattro BRIT Awards, un MOJO Awards e un grande numero di dischi d’oro e di platino. Il suo stile musicale è largamente eclettico, avendo sperimentato vari generi: alternative rock, trip hop, alternative dance, jazz, musica sperimentale, musica elettronica, ethereal wave. Bjork ha venduto oltre 40 milioni di dischi in tutto il mondo. È capace di suonare tantissimi strumenti musicali, tutti utilizzati almeno una volta nelle sue canzoni: armonica, pianoforte, arpa, flauto oboe, ottavino, Reactable.

Quest’ultimo è uno strumento musicale elettronico d’avanguardia, costituito da un grande touchscreen su cui vanno posati e mossi oggetti di varie forme che generano diverse forme d’onda sonore. Nel 2010 l’Accademia Reale svedese di musica gli ha conferito il Polar Music Prize, premio internazionale considerato uno dei più importanti riconoscimenti in ambito musicale, ritenuto l’equivalente per la musica del premio Nobel o del premio Oscar. Bjork ha collaborato con artisti del calibro di Madonna, Tricky, David Arnold, Timbaland e tanti altri. Negli anni si è anche contraddistina nelle vesti di scopritrice di talenti musicali, lanciando nuovi gruppi e artisti. Bjork ha alle spalle una carriera cinematografica, seppur breve. Il suo debutto risale al 1986 nel film “Juniper Tree”. Nel 1999 viene diretta da Lars von Trier nel drammatico “Dancer in the Dark”, dove interpreta il ruolo della protagonista. Interpretazione che le fa vincere il premio come migliore attrice al 53esimo Festival di Cannes e due European Film Awards. Nella vita privata Bjork è stata sposata, negli anni Ottanta, con un compagno di band quando suonava nei Sugarcubes. Fino al 2013 è stata legata sentimentalmente a Matthew Barney, artista contemporaneo americano.

La cantautrice islandese ha due figli, il primo avuto nel 1986 dall’ex marito e il secondo avuto nel 2002 da Matthew Barney. In un’intervista rilasciata nel 2004 ha ammesso di essere bisessuale. Bjork è da sempre molto attiva nella difesa delle cause civili e sociali: ha promosso il rispetto dell’ambiente in Islanda, ha dato il suo contributo nella raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite dallo tsunami che colpì il sud est asiatico nel 2004, ha preso parte alla serie di concerti di beneficenza del Live 8, ha scritto canzoni inneggianti l’indipendenza delle Isole Fær Øer e della Groenlandia, si è schierata contro la Cina a favore della libertà del Tibet e contro le religioni, ritenute dalla cantautrice l’acerrimo nemico del femminismo. Bjork è stata spesso protagonista delle pagine di cronaca, essendo stata spesso violenta con i paparazzi. Inoltre, nel 1996, è stata vittima di uno squilibrato che le ha fatto recapitare per posta una bomba all’acido solforico, fortunatamente mai giunta a destinazione in quanto intercettata per tempo dalla polizia. Ecco quindi chi è Bjork Guðmundsdóttir, cantautrice islandese famosa in tutto il mondo per la sua voce unica e per il suo eclettico stile musicale.

Bjork, cantante: biografia e curiosità