Barry White, cantante: biografia e curiosità

Barry White è un cantante statunitense che ha fatto appassionare intere generazioni con la sua musica calma e profonda. Scopriamo meglio di chi si tratta

<p>Barry White è il nome d’arte dell’artista statunitense Barry Eugene Carter. Nel passato è stato un famoso produttore, cantautore e arrangiatore statunitense. Polistrumentista, è stato un emblema importante per generazioni intere di giovani musicisti americani. Durante la sua carriera è stato anche un produttore discografico statunitense. Ha venduto più di 100 milioni di dischi e ha vinto due Grammy Awards. Nato a Galveston, negli Stati Uniti d’America, il 12 settembre del 1944, è morto per problemi di salute a Los Angeles, il 4 luglio del 2003. Negli ultimi anni della sua vita era sovrappeso.

Barry White aveva un fratello minore, di cui si è preso cura fino alla sua morte avvenuta il 5 dicembre del 1983, quando rimase ucciso dopo una sparatoria tra gang rivali. Fu lo stesso cantante ad ammettere poi, che il suo fratellino morì per una contesa di soli due dollari. Barry White ha trascorso l’infanzia nel quartiere di Watts, uno dei più pericolosi nel South Central District di Los Angeles. Cresciuto soltanto dalla madre, un’attrice poco conosciuta, Barry White passò la gioventù in una gang, spesso impegnata in delle sparatorie per strada.

Barry White si appassionò alla musica sin da subito, tanto che lasciò la scuola a soli 15 anni. Il tutto perché era sicuro che la sua carriera sarebbe proseguita sui palchi. Tuttavia, le sue previsioni non si rivelarono vere sin da subito. Prima di entrare nel mondo della musica, egli ebbe dei guai con la legge. Possesso delle armi, furto delle auto e risse giovanili erano i principali capi d’accusa per il giovane ragazzo, che dovette persino trascorrere del tempo in un carcere minorile. Quest’esperienza lo cambiò radicalmente. Quando uscì, decise che non ci sarebbe mai più rientrato.

Così Barry White si mise a lavorare sodo per raggiungere il successo nella musica, e ci riuscì imparando presto a suonare molti degli strumenti che gli venivano presentati. Il primo vero successo arrivò nel 1963, con la canzone Harlem Shuffle. Successivamente collaborò con Viola Wills e Felice Taylor, con cui salì fino in cima alle classifiche Billboard. Gli anni ’70 li svolse al più come produttore e incontrò le Love. Con loro compose alcuni singoli. Prima di morire viaggiò anche in Italia, collaborano con Vittorio Salvetti. Al termine di una dura lotta contro il sovrappeso, è morto. Come da lui richiesto nel testamento, è stato cremato e le sue ceneri sono state disperse nel mare vicino alle coste degli Stati Uniti.

</p>
<p>

</p>

Barry White, cantante: biografia e curiosità