Andrea Camilleri, scrittore: biografia e curiosità

Andrea Camilleri (nome completo: Andrea Calogero Camilleri) è un famoso scrittore italiano, autore di libri e sceneggiature per film

Andrea Camilleri è nato a Porto Empedocle il 6 settembre del 1925. Tra la fine degli anni quaranta e il 1968 visse a Roma, salvo poi trasferirsi in una piccola cittadina in Toscana. Fu espulso da un collegio vescovile in quanto lanciò delle uova contro un crocifisso. In tal modo manifestò il proprio ateismo. Quindi dovette studiare presso il liceo classico ad Agrigento, dove si laureò conseguendo la maturità senza dare gli esami (il tutto in vista dello sbarco alleato in Sicilia). Quando lo sbarco avviene, lo scrittore diventa costretto a nascondersi e vivere continuatamente di paura

Nel 1944 s’iscrisse alla Facoltà di Lettere e Filosofia, senza però laurearsi. In contempo divenne un membro del Partito Comunista Italiano, dove divenne amico di Oliviero Diliberto. iniziando a pubblicare i suoi racconti e le sue poesie. Dal 1949 inizia la sua carriera da regista. Andrea Camilleri s’iscrisse all’Accademia di Arte Drammatica dedicata a Silvio d’Amico, dove concluse gli studi come aiuto-regista solo nel 1952. I suoi primi racconti vennero pubblicati su riviste come “L’Italia socialista” e “L’Ora” di Palermo. Si tratta quindi di una rapida crescita carrieristica, che raggiunge i suoi vertici quando lo scrittore riesce a portare in teatro i poemi di Majakovskij.

A partire dal 1954 Andrea Camilleri supera un concorso per entrare nella RAI, ma non ci viene ammesso perché “comunista”. Tuttavia, il suo approdo alla RAI si realizza comunque nel 1957. Nello stesso anno sposò Rosetta Dello Siesto, da cui ebbe 3 figli e 4 nipoti. Dal 1977 al 1997 insegnò presso l’Accademia “Silvio D’Amico”, dove ebbe la cattedra di regia. Insegnando, pubblica i suoi racconti su riviste letterarie italiane e straniere. Lentamente, viene conosciuto in tutto il globo come uno scrittore ricco di sorprese e novità. Il suo esordio da scrittore di successo, però, arriva solo nel 1978, quando un editore pubblica gratuitamente il libro “Il Corso delle cose”.

Arrivano quindi altre pubblicazioni di Andrea Camilleri, che raggiunge il vertice di successo nel 1998. Le pubblicazioni di varie opere letterarie proseguono fino al 2002, quando accetta di lavorare come direttore artistico presso il Teatro Comunale Regina Margherita, nella città di Racalmuto. Ne segue una pausa che termina nel 2006. Nel 2008 Camilleri vinse il Premio Internazionale RBA. Al giorno d’oggi è tradotto in oltre 120 lingue e ha venduto più di 10 milioni di copie di libri in tutto il globo. Il suo stile è molto particolare, in quanto mischia il linguaggio narrativo italiano con la tipica dialettica siciliana. I suoi libri più famosi ruotano intorno alla figura del commissario Montalbano.

Andrea Camilleri, scrittore: biografia e curiosità