“Sono allergica a mio marito”: la storia di Johanna Watkins

Johanna è una giovane donna che ha scoperto di essere allergica a tutto, persino al marito

Johanna Watkins è una 29enne americana che ha scoperto di essere allergica a tutto, persino a suo marito. La donna da anni vive segregata in casa senza poter avere contatti con nessuno tantomeno con il suo consorte, Scott, che non può toccarla né avvicinarsi a lei. Johanna infatti soffre della Sindrome da attivazione dei mastociti (MCAS), una malattia rara che la rende allergica a tutto, anche all’odore di suo marito, come ha rivelato in un’intervista rilasciata alla Bbc.

“I sintomi variano, ma possono diventare anche molto gravi e portarmi alla morte per shock anafilattico” ha raccontato la donna, che oggi vive in una stanza del loro attico, con filtri che purificano continuamente l’aria, finestre e porta sigillate per garantire la sua sicurezza. Il marito vive nell’altra parte della casa, ma i due non possono avere contatti.

“Quando io e Scott vogliamo vedere uno show alla televisione assieme – ha raccontato la 29enne – non possiamo stare nella stessa stanza nello stesso momento e quindi ci mandiamo messaggi su quanto stiamo vedendo”.

I sintomi della malattia variano a seconda dei pazienti, nel caso di Johanna sono particolarmente gravi e potrebbero portarla alla morte. I primi segni della malattia erano apparsi subito dopo il matrimonio, nel 2013, quando Johanna aveva accusato prurito ed emicranie. Prima della diagnosi, arrivata dopo la visita dal trentesimo dottore, la donna conduceva una vita normale. Faceva l’insegnante e lei ed il marito amavano fare escursioni in montagna.

“Mi sono accorta che quando Scott veniva in stanza, io iniziavo a sentirmi sempre peggio. I miei normali sintomi quotidiani andavano aggravandosi” ha raccontato Johanna, mentre Scott ha aggiunto: “Ci sono stati momenti tre o quattro anni fa, prima della diagnosi, che quando mi avvicinavo troppo a mia moglie, quando la mia faccia era vicina alla sua, lei iniziava a tossire”.

Per ora nessuna cura è riuscita a placare i sintomi della malattia di Johanna, che ormai vive da reclusa. Ogni giorno mangia lo stesso pasto, che gli viene preparato dal marito, passa il tempo ad ascoltare la musica, a scrivere e a chiacchierare via chat con parenti e amici.

In collaborazione con Adnkronos

“Sono allergica a mio marito”: la storia di Johanna W...