Quanto durano i cibi in frigo una volta aperti?

L'estate si avvicina e i cibi aperti per diverso tempo diventano una problematica di cui tener conto. Ecco quanto si conservano gli alimenti nel frigorifero

Con i cibi aperti e lasciati per qualche tempo in frigo è meglio non scherzare, dato che essi possono provocare intossicazioni o altre patologie. Il tempo di deperibilità varia chiaramente da alimento ad alimento, ma un consiglio generale può essere quello di sistemare i cibi in piani differenti, a seconda della temperatura del frigorifero. Inoltre è bene attenersi il più possibile alle indicazioni riportate sulle etichette ed evitare il consumo di un alimento che non è più stato toccato da giorni o peggio settimane.

Alcuni degli alimenti a cui bisogna prestare maggiore attenzione una volta aperti – o meglio rotti – sono le uova. Intere esse si possono conservare fino a un mese in frigo, ma una volta rotte il tuorlo e l’albume devono essere consumati quanto prima, non lasciando passare più di 2 giorni di esposizione. Anche i cartoni di latte fresco sono delicati e dopo due o tre giorni aperti il rischio è quello di trovarsi con un prodotto rancido. Il discorso è diverso se in frigo viene conservato il latte crudo non pastorizzato, che va consumato nel giro di un giorno. Quanto al burro o alle sottilette, una volta aperti si conservano in frigorifero anche per diverse settimane, dunque non ci sono pericoli.

Se avete aperto un barattolo di conserva, sia essa di frutta oppure di verdura, i tempi di conservazione saranno più lunghi, arrivando anche a una settimana. Un buon consiglio è quello di non utilizzare contenitori in latta per le vostre confetture o giardiniera, ma di predilige sempre dei barattoli in vetro, più igienici e trasparenti. Discorso un po’ differente per i formaggi e gli affettati, che sono facilmente deperibili e anche piuttosto delicati. Il consiglio migliore per questi alimenti è acquistare un recipiente a chiusura ermetica, solitamente in plastica, dove poterli riporre in frigo per conservarli.

Tra gli alimenti aperti e riposti in frigo più delicati sono presenti anche i condimenti, sia che si tratti di sughi sia che si stia parlando di salse. Anche qui il suggerimento migliore è lasciare passare massimo 3-4 giorni dall’apertura di un barattolo di passata di pomodoro, mentre sughi a base di funghi o ragù durano anche meno, non più di 2 giorni. In generale, in caso di insicurezza, è bene sempre assaggiare il condimento per testarne il grado di acidità. Quanto alle salse, infine, è bene prestare attenzione soprattutto alla maionese, che essendo a base di uova va conservata nel giro di una settimana-10 giorni circa.

Quanto durano i cibi in frigo una volta aperti?