Non solo latte vaccino: soia, riso, mandorle. Le proprietà

Le alternative vegetali al latte vaccino sono sempre più numerose, conoscete tutte le proprietà di quelle di soia, riso e mandorle?

Negli ultimi anni sempre più persone hanno deciso di sostituire o alternare il latte vaccino con delle alternative vegetali per problemi di intolleranza al lattosio o per una scelta etica, ecco le proprietà di quelle di soia, riso e mandorle.

Latte di soia
Il termine latte è improprio per le bevande vegetali, lo si utilizza per comodità e familiarità, d’altronde a colpo d’occhio l’aspetto è proprio quello del latte. Il “latte” di soia vanta svariati benefici: è proteico, è privo di colesterolo, è più digeribile di quello vaccino, contiene grassi insaturi utili alla salute, preziosi aminoacidi essenziali, vitamine e sali minerali. A favore di questa bevanda c’è anche il fatto che le proteine della soia svolgono un’azione di pulizia delle arterie, contribuendo ad abbassare il colesterolo cattivo e i trigliceridi. Secondo alcuni studi gli isoflavoni della soia sono in grado di attenuare le vampate di calore durante la menopausa, diminuire i rischi di osteoporosi e contrastare sovrappeso e ipercolesterolemia, tipici di questa fase della vita femminile. Sulle proprietà antitumorali della soia c’è disaccordo, come anche è controverso il fatto che gli ormoni vegetali in essa contenuti possano o meno avere un’azione disturbante su tiroide e altri organi. In ogni caso è meglio consumarla con moderazione e non tutti i giorni.

Latte di riso
Il latte di riso si ottiene dalla macerazione del riso in acqua a cui vengono aggiunti enzimi e addensanti. Perfetto per vegani e intolleranti al lattosio, ha un sapore piacevolmente dolce che lo rende ideale per la preparazione di dolci. Dal punto di vista nutrizionale, è ricco di carboidrati, non ha colesterolo, pochi grassi saturi, ma molti acidi grassi polinsaturi, non contiene glutine e dal momento che sono presenti zuccheri semplici è indicato nella dieta degli sportivi quando hanno bisogno di energia. Facilmente digeribile, può essere utile in caso di irregolarità intestinale e colon irritabile. Essendo ricco di zuccheri semplici non è indicato per chi soffre di diabete o ha una bassa tolleranza ai glucidi o ancora ha problemi di peso. Apportando poche vitamine e sali minerali, il valore nutrizionale limitato per cui è bene tenerne conto per evitare carenze. La qualità del latte di riso dipende molto da come viene coltivato il riso stesso: meglio optare per il latte di riso integrale di agricoltura biologica per evitare una bevanda che risente dell’uso di prodotti chimici e inquinanti utilizzati in agricoltura.

Latte di mandorla
Ecco una bevanda vegetale che conquista facilmente: ottenuto dalla lavorazione della mandorla, conserva la dolcezza e la bontà del frutto di origine. Il latte di mandorla non contiene colesterolo, né lattosio, né glutine, viceversa contiene vitamina E (prezioso antiossidante), vitamina A, vitamina D, proteine, zinco, calcio, ferro, magnesio, potassio, acidi grassi benefici e fibre. Vista la sua composizione nutrizionale è indicato per sportivi, per chi ha problemi di colesterolo, per chi soffre di gastrite, per chi desidera aiutare l’intestino a lavorare meglio e rafforzare il sistema immunitario. Il latte di mandorla è un prezioso alleato anche della bellezza di unghie, capelli e pelle, grazie alla presenza di vitamina B2. Esistono però anche controindicazioni al suo consumo: potrebbe inibire l’assorbimento dello iodio e dunque creare problemi alla tiroide, non è adatto inoltre per i neonati.

Non solo latte vaccino: soia, riso, mandorle. Le proprietà