I pancake come si fanno? 5 trucchi che forse non conosci

Vi siete mai chiesti come fare dei pancake strepitosi? Esistono degli utili e strategici trucchetti per farli perfetti.

Domani a colazione perché non portare in tavola dei pancake fatti in casa? Per farli vi serviranno 300 ml di latte, 350 gr di farina, ½ cucchiaio di lievito in polvere, 1 uovo, 1 cucchiaio di zucchero, un pizzico di sale. Una volta ottenuta una pastella amalgamando gli ingredienti, cuocetela in padella. Se temete di non ottenere il risultato desiderato, seguite questi 5 suggerimenti preziosi e vi verranno a regola d’arte.

Succo di limone nel latte
Un piccolo e semplice accorgimento per avere una consistenza irresistibile: mettere un cucchiaio di succo di limone nel latte che utilizzerete per preparare i pancake e lasciatelo cagliare per mezz’ora. In questo modo si addenserà formando una specie di latticello particolarmente indicato per questa preparazione, d’altronde la ricetta americana prevede l’uso del buttermilk, da noi poco comune, ma si può ovviare con questo stratagemma.

Più soffici con albumi montati
Se preferite dei pancake molto soffici dividete il tuorlo dell’uovo dall’albume e montate quest’ultimo a neve ferma, a cui avrete aggiunto qualche goccia di limone. Solo alla fine amalgamate l’albume con gli altri ingredienti.

Umido e secco separati
No, non stiamo parlando di raccolta differenziata, anche nel fare i pancake la corretta procedura prevede che si lavorino gli ingredienti secchi da una parte e quelli umidi (ovvero il tuorlo e l’albume, ma non insieme per via di quanto detto precedentemente) da un’altra e per finire, come ultimo ingrediente, si uniscono gli albumi montati a neve, come da punto elencato poco sopra.

Lavorare pochissimo l’impasto
L’impasto va lavorato il meno possibile. Non temete: anche se resta qualche grumo non fa nulla, poi si scioglie. Se troppo lavorato infatti, l’impasto non si gonfia e resta piatto in cottura.

Quando girare il pancake?
Siete davanti alla padella e vi state chiedendo se è il momento di girare il pancake oppure se è meglio aspettare ancora un po’? Sappiate che va girato quando si formano le bolle, né prima né dopo. Per non romperlo, procedete con delicatezza, usando una pratica spatola di silicone.

I pancake come si fanno? 5 trucchi che forse non conosci