Cuocere il cibo in lavatrice. Arrivano le buste già pronte

Da oggi il cibo si potrà cuocere anche in lavatrice. Ecco le buste con i piatti pronti da preparare con il bucato

Si può cuocere il cibo in lavatrice? Quella che sembra una follia è diventata realtà grazie ad un creativo israeliano, che ha ideato delle buste che consentono di preparare da mangiare usando la lavatrice. Si tratta di sacchetti alimentari con pasti già pronti che richiedono per la cottura un metodo molto particolare. Per poter gustare queste delizie, che vanno dal pesce alla carne, sino alle verdure, è necessario metterle in lavatrice.

Si, proprio così. I piatti pronti da oggi non si preparano solo in padella, nel microonde oppure in forno, ma anche in lavatrice, insieme al resto del bucato. La novità è opera di Iftach Gazit, che ha realizzato un progetto per la Bezalel Academy of Arts and Design.

Le buste si chiamano Sous La Vie e permettono di preparare il cibo usando il principio base della cottura sottovuoto. Questo metodo di preparazione dei cibi è stato ideato negli anni Settanta in Francia e nell’ultimo periodo è tornato di grande tendenza. Come funziona? I cibi vengono sigillati in uno speciale contenitore di plastica per alimenti che viene immerso nell’acqua ad una temperatura fra i 50 e i 100 gradi. I piatti preparati in questo modo risultano particolarmente succosi e morbidi, perché i cibi riescono a conservare tutti i liquidi che di solito evaporano a contatto con la pentola oppure a causa di temperature troppo alte.

I sacchetti Sous La Vie del designer israeliano sono realizzate in Tyvek, un materiale 100% impermeabile e dotate di una protezione interna in plastica, per evitare che il cibo possa venire a contatto con l’acqua all’interno della lavatrice. Secondo Gazit il principio di preparazione di questi alimenti è lo stesso usato in tantissime altre ricette, l’unica differenza è che, anziché usare l’acqua scaldata sui fornelli, si usa quella della lavatrice. Su ogni confezione è indicato il metodo di lavaggio da utilizzare per la cottura e le proprietà nutritive del piatto pronto.

Per le verdure è necessario un lavaggio rapido per cotone, mentre la carne ha bisogno di un programma completo a 58 gradi per tessuti sintetici. Le buste hanno inevitabilmente scatenato un’accesa polemica, soprattutto da parte di chi considera assurdo cucinare un piatto usando la lavatrice. In tanti però sono convinti che questa nuova invenzione potrà aiutare molte persone, in particolare i senzatetto, che in questo modo, con pochi soldi, potrebbero prepararsi da mangiare nelle lavanderie a gettoni.

Cuocere il cibo in lavatrice. Arrivano le buste già pronte