Che differenza c’è tra orzo e farro

Differenza tra orzo e farro? Alla scoperta di tutte le numerose caratteristiche che contraddistinguono questi due cereali molto apprezzati in cucina

Differenza tra farro ed orzo: conoscere a fondo le diverse tipologie di cereali è fondamentale per apprezzare tutte le loro proprietà nutritive utili alla salute. Vi sono infatti cereali più diffusi rispetto ad altri, mentre ulteriori tipologie sono meno conosciute, ma allo stesso tempo sono indispensabili per seguire un regime alimentare sano ed equilibrato. Tra questi si trovano sicuramente il farro e l’orzo, i quali se consumati quotidianamente garantiscono numerosi effetti benefici per l’organismo. Pertanto è indispensabile conoscere le varie virtù che contraddistinguono le tipologie di cereali, poiché non sono tutti uguali.

Qual è dunque la differenza tra l’orzo ed il farro? Quest’ultimo, in particolare, oltre ad essere un vero e proprio toccasana per salute si rivela anche una soluzione ideale per coloro che soffrono di disturbi intestinali. Il farro è infatti indicato per favorire il senso di sazietà e per coloro che hanno problemi di stipsi. Si tratta di uno dei cereali più antichi, nonché il favorito degli antichi romani. Questo cereale è composto da un elevata quantità di fibre ed ha la capacità di assorbire l’acqua.

Rispetto alle altre tipologie di cereali il farro riesce a placare il senso di fame e allo stesso tempo regola l’attività intestinale. Per beneficiare al meglio di tutte le proprietà nutritive è consigliabile consumare i cereali con regolarità a colazione con del latte. In alternativa è possibile anche utilizzarli per la preparazione di biscotti, torte o dolci. Chi preferisce può anche consumare i cereali a pranzo o a cena, unendoli ad insalate o zuppe calde. Per quanto riguarda l’orzo invece, vi sono delle diversità ben note che lo contraddistinguono dal farro. Questo cereale spicca innanzitutto per le sue proprietà depurative e drenanti.

Una regolare assunzione di orzo permette di contrastare i ristagni di liquidi causati da uno stile di vita sedentario o da un’alimentazione inadeguata. Ciò che differenzia l’orzo dal farro e da altre tipologie di cereali è che la quantità di fibre si trova lungo tutto il chicco e non esclusivamente nell’involucro. E’ proprio l’insieme di queste caratteristiche a rendere questo alimento particolarmente ricco di fibre e di sostanze nutrienti. All’interno di una dieta sana dunque il consumo di cereali come orzo e farro può assicurare numerosi vantaggi per la salute dell’organismo.

Che differenza c’è tra orzo e farro