5 consigli per preparare il purè di patate a regola d’arte

Il purè di patate è uno dei contorni più apprezzati, non sempre però riesce cremoso e invitante come si vorrebbe. Ecco 5 suggerimenti per farlo perfetto.

Trucchi per fare un purè perfettoAmate il purè di patate ma non vi viene come vorreste? Forse avete trascurato uno dei successivi aspetti. Seguiteli scrupolosamente la prossima volta e otterrete un purè a regola d’arte.

Scegliere le patate giuste
Attenzione alle patate che utilizzate, ce ne sono varietà più indicate di altre. Quelle più indicate per il purè sono quelle dalla consistenza soda e in grado di sopportare una lunga cottura, come per esempio quelle con la buccia rossa o quelle a pasta bianca.

Il taglio ha la sua importanza
Tagliate le patate a tocchetti di dimensioni simili in modo che la cottura risulti uniforme. In caso contrario alcuni tocchetti risulteranno più cotti e altri meno e il purè non sarà omogeneo.

Mescolare a mano, per poco e delicatamente
Amalgamate delicatamente, a mano e per non troppo tempo le patate con il latte e il burro (brodo vegetale e olio nel caso si opti per la ricetta vegana). Gli strumenti ideali sono un pestello o una frusta, evitate invece i frullatori o altri elettrodomestici che risultano troppo aggressivi e fanno sì che l’amido si rompa dando come risultato un purè più colloso che vellutato.

Mai latte freddo
Quando aggiungete il latte alle patate, accertatevi che sia caldo. Il fatto che non ci siano contrasti termici permetterà alle patate di assorbirlo più facilmente. Anche il burro è preferibile che sia a temperatura ambiente e non freddo, così da evitare la formazione di grumi.

Sale, meglio metterlo prima che dopo
Il sale va messo nell’acqua in cui fate lessare le patate e non dopo quando mescolate gli ingredienti fra loro. In questo modo si scioglierà e verrà assorbito meglio e in modo uniforme dalle patate.

5 consigli per preparare il purè di patate a regola d’arte