Come rimuovere gli odori dalla lavastoviglie

Come rimuovere gli odori dalla lavastoviglie: l'importanza della prevenzione e tre consigli utili

come-rimuovere-odori-lavastoviglieLa lavastoviglie, come la lavatrice, è un elettrodomestico utilizzato dalla maggior parte delle famiglie italiane, indispensabile per lavare e spesso anche asciugare le stoviglie. Molto spesso però i residui di cibo, se non vengono correttamente eliminati, rischiano di causare un cattivo odore che può ripercuotersi anche sulle stoviglie pulite. In commercio ci sono diversi prodotti che servono a profumare le lavastoviglie, ma anche i rimedi naturali possono rivelarsi utili nella lotta ai cattivi odori.

Come rimuovere gli odori dalla lavastoviglie: tre consigli

Il primo consiglio consiste nello sgrassare le stoviglie sotto il getto di acqua calda: il primo risciacquo è essenziale per evitare di sviluppare gli odori. Dopo questo primo passaggio, può rivelarsi molto utile aggiungere metà limone dentro alla lavastoviglie: il limone infatti si comporta come un agente sgrassante, ideale per rimuovere gli odori nel frigorifero e nella cucina. Un altro valido alleato, utilissimo per combattere gli odori, è l’aceto. Infine, una volta che la lavastoviglie avrà concluso il suo lavoro, è consigliabile lasciarla aperta, in questo modo potrà asciugare qualsiasi ristagno idrico.

Come rimuovere gli odori della lavastoviglie: il ruolo della prevenzione

La prevenzione si rivela sempre una risposta utile: è necessario sciacquare sempre i piatti prima di inserirli nell’elettrodomestico, altrimenti i resti di cibo potrebbero accumularsi nel sistema di drenaggio. Un altro consiglio preventivo utile è quello di far partire, ogni tanto, un lavaggio a vuoto con bicarbonato e aceto: in questo modo anche i residui più piccoli di calcare potranno essere rimossi. Un altro aspetto che si rivela decisivo nella prevenzione dei cattivi odori, è pulire periodicamente tutte le parti interne della lavastoviglie, soprattutto i bracci rotanti nei cui fori tendono a depositarsi grasso e residui di cibo: i bracci possono essere rimossi con grande facilità, basta seguire le istruzioni del manuale tecnico in dotazione.
Prestate molta attenzione anche alla pulizia delle guarnizioni in gomma degli sportelli, controllando almeno un paio di volte l’anno il loro grado di usura e, se necessario, rivolgetevi ad un tecnico specializzato per sostituirle.
E’ essenziale inoltre controllare spesso la condizione dei filtri di carico e scarico acqua: spesso si ostruiscono e vanno puliti almeno una volta l’anno. Spesso, tra le principali cause di cattivo odore, c’è anche l’ostruzione del tubo di scarico: è quindi importante effettuare dei controlli saltuari della propria lavastoviglie.

Come rimuovere gli odori dalla lavastoviglie