Come pulire la lavastoviglie

Come pulire la lavastoviglie: tutti i trucchi per la manutenzione straordinaria e ordinaria

Come si pulisce la lavastoviglie? L’elettrodomestico sempre più diffuso in tutte le nostre cucine aiuta casalinghe e casalinghi nelle faccende di casa. Non dobbiamo più preoccuparci di lavare piatti e pentole, è vero, ma la lavastoviglie necessita di una precisa manutenzione, straordinaria e ordinaria, in modo da evitarne malfunzionamenti e cattivi odori.

Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria, ecco come pulire la vostra lavastoviglie per evitare le muffe che, inevitabilmente, si potrebbero formare in caso di poco utilizzo: utilizzate una spugnetta poco abrasiva, detersivo per i piatti e aceto bianco. Per evitare che si ricreino colonie, eseguite un lavaggio a vuoto con poca candeggina e, una volta terminato, ripetete l’operazione per eliminarne i residui.

Parlando, invece, della manutenzione ordinaria della lavastoviglie, dovete controllare che il serbatoio del sale non sia vuoto: in caso non abbiate quello specifico per questo elettrodomestico, potete utilizzare anche il semplice sale grosso da cucina. Ogni quattro settimane pulite lo sportello e l’interno della macchina, passando uno spazzolino da denti sulle guarnizioni.

Per ultimare la pulizia al meglio, fate partire un lavaggio a media temperatura con due cucchiai di acido citrico o un litro di aceto bianco, un rimedio naturale impeccabile da utilizzare nelle pulizie domestiche. Più di frequente, ogni due settimane circa, è bene controllare il funzionamento dei bracci rotanti: in caso siano rimasti cumuli di cibo, rimuoveteli con cura. Anche in questo caso uno spazzolino dentale farà al caso vostro.

Ecco cosa dovete fare ogni settimana affinché la vostra lavastoviglie sia sempre pulita ed efficiente: svitate il filtro e pulitelo per evitare cattivi odori. Sarà sufficiente passarlo sotto abbondante acqua corrente.

A ogni lavaggio, prestate attenzione a questi piccoli accorgimenti: non caricate la lavastoviglie con piatti, pentole e posate con residui di cibo, per evitare, come visto poco sopra, che le impurità si concentrino nelle strutture fisse e mobili del vostro elettrodomestico.

Detersivo e brillantante? Il primo non deve mai trasbordare e il secondo può essere tranquillamente sostituito con l’aceto per evitare la formazione del calcare. Infine, potete porre la buccia di mezzo limone nel cesto delle posate per dare un odore di fresco e pulito all’impianto.

Come pulire la lavastoviglie