Voglia di yogurt? Un vademecum per scegliere i più sani

In estate aumenta la voglia di mangiare cibi freschi, fra cui gli yogurt. Sapete come scegliere quelli più sani? Ecco qualche semplice regola.

Si fa presto a dire yogurt, non sono tutti uguali e non sono tutti sani come si potrebbe credere. Ecco il vademecum per scegliere quelli più sani.

No allo zucchero
Prima di acquistare uno yogurt controllate se contiene zucchero, i più sani sono quelli fatti semplicemente con latte e fermenti. Evitate quelli zuccherati.

Meglio bianco che alla frutta
I gusti alla frutta sono quelli più richiesti, ma anche quelli dove ci sono più zuccheri e meno fermenti. La frutta peraltro si presenta sotto forma di preparazioni alla frutta quindi mantenendo ben poco del valore nutrizionale del frutto d’origine. Comprate dello yogurt bianco e poi aggiungete voi la frutta, ne guadagnerete in gusto e salute.

Intero o magro?
Se pensate che scegliere uno yogurt magro sia la scelta migliore per la vostra linea, sappiate che in realtà gli yogurt magri contengono in genere più additivi di quelli interi, dal momento che devono comunque rimanere appetitosi e cremosi. Meglio quindi prendere quelli interi che sono meno trattati, facendo attenzione a non esagerare nel consumo.

Via libero al biologico, purché sia di qualità
La scelta bio dovrebbe tutelare il consumatore dal momento che la produzione dovrebbe seguire un protocollo che prevede che non vengano usati pesticidi e sostanze chimiche, resta il fatto che va comunque letta l’etichetta e che rimane valida la regola che anche nel caso dello yogurt bio vanno preferiti quelli bianchi, interi e senza zuccheri aggiunti.

Fermenti lattici vivi
Per essere di qualità, lo yogurt deve contenere fermenti lattici vivi e attivi. Controllate che compaiano in etichetta nella lista degli ingredienti probiotici come Lactobacillus bulgaricus, Streptococcus thermophilus o Bifidobacterium bifidum. Più ci si avvicina alla data di scadenza, meno i fermenti contenuti sono attivi, meglio quindi consumarli in anticipo rispetto alla scadenza e consumarli nell’arco di poco tempo dall’apertura del vasetto.

Voglia di yogurt? Un vademecum per scegliere i più sani