Tumore al seno, ecco cosa si può fare per sconfiggerlo

Ritorna in ottobre la campagna BCA, voluta da AIRC ed Estée Lauder Companies per sostenere la ricerca e rendere il cancro al seno sempre più curabile

Per tutto il mese di ottobre Estée Lauder e AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) la campagna BCA, Breast Cancer Awareness, per accrescere la consapevolezza, raccogliere fondi e ispirare azioni significative nella lotta contro il tumore al seno, da cui si stima che, solo in Italia, nel 2016 sono colpite 50.000 donne. È la fotografia che hanno dato l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) e l’Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM) nella nuova pubblicazione “I numeri del cancro in Italia 2016”.

Prevenzione e ricerca sono i due aspetti fondamentali per sconfiggere il cancro e far trionfare la vita. Un gesto significativo che la campagna BCA, voluta e creata da Evelyn H. Lauder nel 1992 – che ha inoltre ideato il “nastro rosa” diventato il simbolo universale della lotta contro il tumore al seno – propone è quello di illuminare di rosa i monumenti più rappresentativi degli oltre 70 Paesi che appoggiano e promuovono questa importante causa. In Italia è stato scelto il Duomo di Milano.

Per il secondo anno consecutivo Estée Lauder affianca AIRC con l’obiettivo di sostenere il lavoro dei ricercatori impegnati a trovare le giuste risposte per rendere il tumore al seno sempre più curabile. Il lavoro dei ricercatori è fondamentale perché grazie ai loro studi, come ricorda il direttore generale di AIRC, Niccolò Contucci:

Negli ultimi vent’anni ha visto aumentare dal 78 all’85,5% la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi. Ma con l’impegno di tutti – ricercatori, associazioni, singoli cittadini, aziende – possiamo aspirare a rendere il tumore al seno curabile al 100%.

La madrina Italiana della Campagna BCA 2016 è Miriam Leone, ambasciatrice AIRC dal 2008:

Quando ero al liceo un tumore ha portato via la mamma della mia migliore amica. Una donna fantastica, che conoscevo sin da bambina. Ho pensato che non fosse giusto e che avrei voluto fare qualcosa.

Perciò ha scelto di essere al fianco dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e dei suoi 5.000 ricercatori.  E in quanto madrina italiana della campagna Breast Cancer Awareness di The Estée Lauder Companies ha dichiarato:

Voglio ricordare a tutte le donne che ogni azione conta, che tutte noi possiamo fare la nostra parte per sconfiggere questa malattia. Facciamo gli esami consigliati perché la diagnosi precoce è fondamentale per rendere il tumore al seno sempre più curabile.

Tumore al seno, ecco cosa si può fare per sconfiggerlo