Un solo pasto al giorno: cos’è e come funziona la dieta giapponese del digiuno

La dieta del digiuno giapponese, presentata dal Yoshinori Nagumo, sta conquistando tutti

Per vivere più lungo ed essere in forma è necessario mangiare una volta al giorno. Arriva dal Giappone una nuova dieta rivoluzionaria, presentata dal luminare Yoshinori Nagumo nel suo libro “Il magico potere del digiuno”, divenuto un best seller nel suo paese e presto anche da noi.

Nagumo è uno studioso di fama internazionale, presidente dell’International Anti Aging medical Society e della Nagumo Clinic. Si occupa di terapie anticancro ed ha scritto un libro in cui illustra il metodo giapponese per garantire la longevità. Si tratta di un programma alimentare che prevede un solo pasto al giorno, preferibilmente la cena e che si compone di nove passi fondamentali.

“Studi recenti hanno dimostrato che la fame ha un impatto fondamentale sul benessere fisico – ha spiegato lo studioso -. Il brontolio dello stomaco è un segnale che, a livello cellulare, nell’organismo avvengono reazioni positive che fanno addirittura ringiovanire”. Secondo l’esperto la dieta del digiuno aiuta a ridurre il grasso corporeo e consente di attivare le sirtuine, ossia delle proteine, considerate “i geni della longevità”. “La dieta di un solo pasto al giorno che vi piaccia o no, vi farà sentire affamati. Per reazione – ha rivelato Nagumo -, il vostro girovita si ridurrà gradualmente. Durante quel processo, le cellule adipose secerneranno un ormone miracoloso: l’adiponectina che previene l’arteriosclerosi e pulisce il sangue”.

Ma quali sono i nove passi da seguire nella dieta del digiuno? Il primo consiglio dato dallo studioso sembra andare contro tutto ciò che gli esperti di nutrizione ci hanno sempre detto: eliminare la colazione. Nagumo propone anche di ridurre del 20 per cento le porzioni che si portano a tavola e di evitare di consumare bevande come caffè o tè verde quando si è a stomaco vuoto. L’unico pasto concesso dovrebbe essere la cena, in alternativa, se non si riesce a rimanere a digiuno a pranzo si possono consumare alimenti con basso indice glicemico.

Da evitare anche lo zucchero, che per l’esperto provocherebbe addirittura molti più danni del fumo e contribuirebbe all’aumento del grasso viscerale, esponendoci al rischio di malattie come l’ictus e l’arteriosclerosi. Nagumo consiglia inoltre di tenere sotto controllo la glicemia, la pressione sanguigna e il colesterolo, mentre per irrobustire le ossa sarebbe utile camminare. Infine il luminare consiglia a chi vuole seguire il metodo giapponese di andare a dormire subito dopo aver mangiato e di alzarsi molto presto.

Un solo pasto al giorno: cos’è e come funziona la dieta giapponese del digiuno
Un solo pasto al giorno: cos’è e come funziona la dieta giappon...