Tutto ciò che bisogna sapere sul vaccino contro la meningite per i bimbi

Vaccino contro il meningococco: cosa c'è da sapere, perché è importante, per quali ceppi infettivi è disponibile e a che età va somministrato

La meningite è un’infezione che porta all’ infiammazione delle meningi, che sono le membrane che rivestono il cervello. Quest’infezione è causata da un batterio chiamato meningococco. Esso colpisce a qualsiasi età, ma in modo più frequente i bambini di età inferiore ad un anno e gli adolescenti con un’età compresa tra i 12 e 21 anni. Non è una malattia diffusissima, ma è piuttosto grave, infatti spesso porta alla morte. Se invece si sopravvive si può andare incontro a gravi complicanze, come ad esempio ritardo mentale, sordità, disturbi psico-affettivi e malattie del sistema nervoso.

Esistono diversi ceppi di meningococco, ma i responsabili della malattia sono solo 5 e sono, il gruppo A, B, C, W135 ed Y. Nel nostro paese, i più diffusi sono il gruppo B e il C, mentre in Africa è frequente il gruppo A e negli Stati Uniti sono presenti gli altri due. Per tutti i gruppi è fondamentale il vaccino, che attualmente è disponibile in tre tipi: quello contro il gruppo B, il gruppo C e quello tetravalente A, C, W135, Y.

Il vaccino contro il meningococco di tipo C è disponibile da molti anni ed è inserito tra quei tipi di vaccinazioni raccomandate ed è gratuito per tutti, tanto che questo ceppo è quasi scomparso in Italia, dove si riscontrano più casi di meningite di tipi B. Questo vaccino viene somministrato ai bambini che hanno un’età compresa tra i 13 e i 15 mesi, in concomitanza con il vaccino trivalente contro Morbillo, Rosolia e Parotite. In caso di pazienti particolarmente a rischio è possibile effettuarlo in tre dosi ai 3, 5 e 11 mesi. Superato l’anno di età va fatto in una sola dose.

Per quanto riguarda il meningococco di tipo B, fino a pochi anni fa non era previsto dal piano nazionale per la prevenzione sanitaria, questo ha fatto sì che tuttora, in alcune regioni è a pagamento, mentre in altre è gratutito. Questo vaccino può essere somministrato a partire dai 2 mesi. Le dosi variano a seconda dell’età in cui si è iniziato a somministrare il vaccino. Il vaccino tetravalente contro gli altri ceppi è consigliato soprattutto ai viaggiatori che si recano nei paesi in cui sono presenti questi ceppi e per chi desidera più protezione. Il vaccino per il gruppo C, è raccomandato e non più obbligatorio, in quanto si è deciso di rendere il vaccino non più un obbligo, ma un’importante possibilità di difendersi dall’attacco di questo pericoloso batterio, sia per se, che per gli altri. Vaccinarsi è importante poichè permette di limitare la diffusione della malattia se non addirittura la sua definitiva scomparsa.

Immagini: Depositphotos

Tutto ciò che bisogna sapere sul vaccino contro la meningite per i&nb...