Stitichezza, 10 cibi da evitare per un intestino regolare

La stitichezza è un problema particolarmente diffuso. Per avere un intestino regolare si sa di dover consumare alimenti ricchi di fibre, ma quali sono i cibi da evitare?

Per contrastare per stitichezza non basta assumere fibre e bere molta acqua, bisogna anche fare attenzione a evitare alcuni cibi che risultano essere irritanti per stomaco e intestino, peggiorando la situazione. Ecco di cosa è meglio fare a meno per avere un intestino regolare.

Cioccolato
Sfortunatamente nell’elenco dei cibi da evitare in caso di stitichezza c’è anche un alimento molto amato: il cioccolato. Il cioccolato può infatti avere effetti astringenti per via dei tannini che contiene, è stato però notato che quello fondente (con cacao 75% almeno) può migliorare le funzioni intestinali per via della presenza di magnesio in grado di agire sulla contrazione i muscoli intestinali.

Maionese
Quanto alla maionese, è preferibile prepararla in casa dal momento che quest’ultima risulta meno irritante di quella industriale che essendo addizionata di aria, come altre salse, condimenti e la panna montata, contribuisce a impigrire l’intestino.

Bevande zuccherate e gassate
Per contrastare la stitichezza bisogna bere molto, meglio se della semplice acqua. Vanno invece evitate le bevande zuccherate, con coloranti e gassate che irritano le pareti intestinali oltre a creare gonfiore. Attenzione anche alle bevande fredde e ghiacciate.

Latte
Normalmente si pensa che il latte possa aiutare ad andare di corpo, in realtà quello intero risulta irritare l’intestino creando situazioni di disbiosi intestinale, inoltre rallenta l’intestino per via del contenuto di calcio. Vale lo stesso discorso per panna, burro e formaggi grassi. Lo yogurt naturale, magro e senza zucchero invece può contribuire a ripristinare la flora batterica.

Salumi
I salumi e le carni grasse in genere sono un nemico per l’intero apparato digerente dando problemi a partire dalla difficoltà di digestione fino ad arrivare ai problemi di evacuazione. Sotto accusa sono in particolare i grassi, il sale, gli additivi e i conservanti presenti in questi alimenti.

Frittura di pesce
La frittura di pesce è la vostra passione? Meglio evitarla se soffrite di stipsi. La frittura risulta particolarmente irritante per l’intestino e poco digeribile per lo stomaco, creando ristagni e rallentamenti che interessano tutto il processo digestivo. Certe varietà di pesce sono più problematiche di altre, in caso di stitichezza meglio limitare il consumo di crostacei, molluschi, caviale, salmone, tonno, anguille, aringhe, sgombri e acciughe.

Farina bianca
Pane, dolci e prodotti da forno preparati con farina raffinata sono nemici dell’intestino. Preferite alimenti integrali che grazie all’apporto di fibre possono aiutare la peristalsi intestinale. Un discorso a parte va fatto in caso di celiachia dove questi alimenti vengono eliminati dal corpo con scariche dolorose.

Spezie
Se da un lato le spezie attivano il metabolismo, dall’altro possono irritare le pareti intestinali, meglio allora usarle con parsimonia, soprattutto quelle molto pungenti e piccanti come pepe e peperoncino. Va da sé che è bene limitare anche il consumo di cibi molto speziati.

Alcol
L’alcol assunto in grandi quantità alla lunga deteriora le pareti intestinali, oltre a causare disturbi digestivi e impedire una corretta assimilazione di nutrienti, vitamine e sali minerali, utili a mantenere perfettamente funzionante l’organismo.

Cibi industriali
In genere chi ha problemi di stitichezza deve stare attento a tutti gli alimenti industriali troppo trattati ed elaborati, come quelli raffinati, affumicati e ricchi di conservanti, additivi e coloranti, dal momento che possono irritare e alterare la flora batterica.

Stitichezza, 10 cibi da evitare per un intestino regolare