Shampoo a secco: lo si può fare anche in casa, ecco come

Lavare tutti i giorni i capelli rovina il cuoio capelluto, una soluzione è quello di detergerli con uno shampoo a secco, ecco come prepararlo in casa.

Poco tempo per lavare i capelli o chioma troppo fragile per lavarla spesso? Una soluzione può essere lo shampoo a secco. Preparatelo in casa seguendo queste indicazioni.

Shampoo a secco fai da te
In commercio ormai lo shampoo a secco si trova facilmente, è però possibile farlo in casa, con ingredienti naturali e che non aggrediscono il cuoio capelluto. Per prepararlo basta mescolare fra loro in modo che si amalgamino perfettamente e creino un composto omogeneo 50 grammi di amido di mais, 50 grammi di farina di riso, 25 grammi di bicarbonato di sodio, 8 gocce di olio di cocco, 8 gocce di olio essenziale di menta piperita. Una volta pronto, il prodotto va applicato su tutto il cuoio capelluto, per farlo separate i capelli ciocca per ciocca in modo che si liberi la relativa porzione di cuoio capelluto e si possa massaggiare su di esso una modesta quantità di shampoo a secco, procedendo così facendo su tutta la testa. Massaggiate il prodotto con i polpastrelli in modo che venga assorbito facilmente. Applicate poi piccole quantità di shampoo a secco sulla lunghezza dei capelli, dalle radici alle punte. Tenete in posa per 10 minuti e poi spazzolate la chioma eliminando il prodotto. Il segreto della riuscita è non eccedere, altrimenti faticherete a eliminare i residui e i capelli risulteranno appesantiti invece di puliti e morbidi. Se avanzate dello shampoo conservatelo in un barattolo di vetro a chiusura ermetica.

Curiosità sull’amido di mais
Uno degli ingredienti protagonisti di questo shampoo è l’amido di mais, lo conoscete? Si ricava mediante macinazione ad umido dell’endosperma del mais. Si presenta sotto forma di una polvere fine e bianchissima, dalla consistenza quasi impalpabile. Viene usato ampiamente nell’industria alimentare e si utilizza nella preparazione casalinga di dolci dal momento che è un ottimo addensante, in particolare è utile in caso di salse, dolci al cucchiaio, budini, gelati, creme e minestre, può anche essere usato per impanare pesce e carne. Aggiunto all’impasto, fa diventare particolarmente soffici e friabili i dolci da forno, soprattutto le torte. Trova impiego anche nei cosmetici, in particolare nelle creme per le mani per il suo effetto emolliente, nelle maschere sbiancanti e nella produzione di sapone.

Shampoo a secco: lo si può fare anche in casa, ecco come