Rimedi alla caduta dei capelli

Defluvium telogenico: per contrastare l'insorgere di questo disturbo è possibile optare per dei rimedi utili ed efficaci, ecco alcuni consigli importanti

Defluvium telogenico: di cosa si tratta precisamente? Questa patologia è comune e colpisce moltissime persone, sia uomini che donne. Si tratta della perdita stagionale dei capelli e spesso può essere causata da vari fattori, i quali incidono negativamente sulla salute della propria chioma. Alla base vi potrebbero essere delle intolleranze sconosciute, una cattiva esposizione al sole oppure un’alimentazione inadeguata. Ed ecco che si verifica la tanto temuta caduta dei capelli. Talvolta, questo problema può manifestarsi in forma lieve, ma in altri casi anche in forma grave. Perciò è fondamentale risalire alle cause scatenanti, al fine di risolvere questo disagio nel migliore dei modi. Meglio ancora se si cerca di prevenire questa patologia. Bastano pochi accorgimenti per avere una chioma folta e sana. Anche i capelli, infatti, hanno bisogno di particolari cure ed attenzioni.

La perdita dei capelli può essere scatenata da problemi relativi al cuoio capelluto, il quale spesso può rivelarsi maggiormente sensibile e vulnerabile. In particolare, l’arrivo della primavera e dell’autunno può trasformarsi in un vero e proprio incubo perché si può perdere una quantità elevata di capelli. Questo disagio, ovvero il defluvium telogenico, colpisce soprattutto le donne ma generalmente tende a svanire nel giro di pochi mesi. In quest’ultimo caso si parla di defluvium telogenico acuto, mentre se la patologia persiste oltre i sei mesi si parla di defluvium cronico. Ma quali sono le cause scatenanti di questo insidiosa patologia? Ad esempio, a cominciare dalla dieta, una carenza di aminoacidi o di vitamine, in particolare la vitamina D, di ferro e di acido folico potrebbe causare la comparsa del problema.

Non solo, a volte la causa potrebbe essere anche la celiachia e l’intolleranza al glutine. Inoltre, giocano un ruolo fondamentale un corretto ciclo del sonno. Per evitare la perdita dei capelli occorre fare molta attenzione all’esposizione ai raggi ultravioletti, i quali potrebbero rivelarsi dannosi per la salute della pelle e della capigliatura. Anche i capelli, infatti, necessitano di molta tutela e prevenzione, poiché un’esposizione prolungata ai raggi solari può ostacolare bruscamente la loro crescita e compromettere la fase del loro sviluppo. Di conseguenza, i capelli iniziano a cadere improvvisamente. La crescita dei capelli viene definita “Anagen”, mentre la loro perdita viene definita appunto “Telogen”, da cui deriva il nome defluvium telogenico. In alcune circostanze dunque, questo problema potrebbe rivelarsi davvero insidioso e persistere per molti mesi.

Il primo passo è quello di optare per una visita specialistica dermatologica, al fine di rilevare le cause scatenanti con l’aiuto di un esperto. Occorre comprendere, infatti, se si tratta di defluvium telogenico o di un altro disturbo che colpisce il cuoio capelluto. Per mettere in atto questo importante esame, il medico richiederà le analisi utili per stabilire la diagnosi. Tra queste analisi, sarà incluso anche l’esame dell’attività tiroidea. Una volta che si hanno i risultati, sarà facile risalire alle cause della perdita dei capelli e si potrà intervenire nel modo giusto. A tal proposito però, non bisogna dimenticare dei semplici ed utili accorgimenti che, nell’insieme, aiutano a prevenire efficacemente la patologia. In primo luogo, l’alimentazione svolge un ruolo fondamentale per la salute dei capelli. E’ di buon auspicio dunque seguire sempre un regime alimentare sano ed equilibrato, associato agli integratori più adeguati, in modo tale da eseguire un trattamento che miri a bloccare la perdita e stimoli allo stesso tempo l’Anagen, ovvero la crescita e lo sviluppo del capello. Nel giro di pochi mesi, si potrebbe già notare un netto miglioramento. Una volta stabilite le cause ed i periodi critici, bisogna ricorrere ad un trattamento di mantenimento, per garantire il giusto benessere alla capigliatura in modo persistente, riducendo del tutto il rischio che si presenti nuovamente il defluvium telogenico.

Rimedi alla caduta dei capelli