Proprietà, benefici e controindicazioni dello zenzero

Lo zenzero è uno degli alimenti con il più alto tasso di vitamine e di altre sostanze benefiche. Ecco quali sono le sue proprietà migliori per l'organismo

Lo zenzero è un alimento tonico, in grado di stimolare il sistema immunitario umano. Al pari di come accade con gli agrumi, nello zenzero è contenuta un’alta quantità di vitamina C, necessaria al sistema immunitario di ogni organismo per produrre gli anticorpi. Sopratutto per questo, in Stati come l’India, Bangladesh e Singapore, si usa bere il tè insieme a parti di questa pianta. Inoltre, lo zenzero (una spezia curativa) ha delle proprietà antitumorali. Stando a quanto afferma uno studio svolto negli Stati Uniti d’America, a Minnesota, alcuni componenti vegetali dello Ginger sono dei naturali antiossidanti.

Dello zenzero viene spesso utilizzato anche il fusto sotterraneo. Si dice che le radici dello Ginger (nome inglese), abbiano delle proprietà dimagranti. Pertanto vengono utilizzate dalle donne indiane prevalentemente per mantenersi in forma. Lo zenzero cresce al più solo nella zona dell’India, del Pakistan e della Malesia. Stando a quanto hanno affermato alcuni studiosi della botanica, il clima europeo non è adatto a questa pianta. Se lo zenzero venisse mangiato insieme al limone, apporterebbe all’organismo una vera bomba di sostanze nutritive.

Oltre alla vitamina C, nello Ginger sono contenute anche la vitamina B e quella E. Come se non bastasse, nel Ginger vi sono diversi sali minerali, tra cui il calcio, il fosforo, il sodio, il potassio, il ferro e lo zinco. Inoltre, lo zenzero contiene vari carboidrati e persino delle proteine, senza dimenticarsi degli oli essenziali. Oltre a essere un efficace antitumorale, lo zenzero può essere utilizzato anche contro gli attacchi di nausea. Quando una donna indiana è in gravidanza, le vengono fatte bere molte bevande con lo zenzero, in modo da apportare al suo organismo un mix di sostanze utili. Gli oli essenziali dello zenzero fanno bene a tutto il sistema digerente, rinforzando le pareti dell’intestino per prevenire lo sviluppo di alcuni disturbi.

Le sue proprietà vengono utilizzate anche nella medicina industriale. Per esempio, le polveri di questa pianta, se appositamente trattate, sono in grado di alleviare il mal di testa, oppure ridurre i dolori dei muscoli o delle articolazioni. È consigliato alle persone che soffrono di pressione alta o che sono a rischio d’infarto a causa di trombi all’interno dei vasi sanguigni. Infatti, lo Ginger ha delle proprietà anticoauglanti. Questa spezia trova un largo impiego anche nelle ricette della cucina indiana.

Proprietà, benefici e controindicazioni dello zenzero