Più stress per chi comanda o per chi obbedisce? Uno studio risponde

Più è importante il ruolo, più si arriva in alto alle redini del comando e più aumenta il carico di responsabilità a cui si è sottoposti. Tutti si aspettano risultati,  hanno aspettative. E’ normale pensare quindi che i leader siano esposti a livelli di stress particolarmente elevati. I capi hanno ragione a sentirsi sempre stressati. O no?

Un recente studio condotto per verificare questa ipotesi da un punto di vista scientifico, ha dimostrato invece che non è proprio così e spesso chi gestisce il potere è molto meno stressato rispetto a chi si trova in posizioni subalterne.

"Il potere logora chi non ce l’ha!", recita una celebre frase del politico Giulio Andreotti, sostenitore ante litteram della teoria scientifica.

La ricerca condotta da Gary Sherman con altri studiosi delle Università di Boston e Stanford – pubblicato negli Usa su “Proceedings of the National Academy of Sciences” – ha cercato di affrontare il problema tra ansia e posizioni di responsabilità con metodi scientifici, studiando due aspetti: il livello del cortisolo nel sangue e lo stato di ansia.

L’unico precedente che aveva analizzato i rapporti tra le leadership e lo stress risale a uno studio sui primati. Le scimmie in posizione di comando – secondo i risultati del lavoro – in prima battuta si ammalavano meno, inoltre erano anche meno stressate, a giudicare dai livelli di cortisolo nel sangue, l’ormone che aumenta la sua produzione in condizioni di stress.
 

E ora lo studio, condotto da Sherman sull’uomo, ha evidenziato che anche negli umani i livelli di cortisolo sono più bassi in chi comanda che nei subalterni, come i livelli di ansia, inferiori nei leader.

Insomma avere una posizione di comando non soltanto non provoca stress e ansia, ma le tiene sotto controllo.

Maggiore è il potere gestito da un leader, minore è il suo stress.

E la motivazione potrebbe essere questa, azzardano gli studiosi: organizzare il lavoro altrui, avere un certo numero di subalterni a cui poter delegare, uniti al riconoscimento della propria autorità siano dei forti antidoti all’ansia.

Ma potrebbe essere vero anche il contrario: gli individui meno predisposti allo stress, più facilmente raggiungono livelli di potere?

Si aspettano ulteriori studi per dirimere gli annosi dubbi su stress e potere.

Più stress per chi comanda o per chi obbedisce? Uno studio rispo...