Paura del buio nei bambini e negli adulti

Studi scientifici rivelano che il terrore dell'oscurità risale a tempi ancestrali per questo è così diffuso non solo nei bambini ma anche negli adulti

I bambini hanno molte paure specifiche, alcune delle quali ci sembrano strane. Spesso i piccoli si spaventano per il rumore di un tuono o per un cane di grosse dimensioni o per un tono di voce eccessivamente alto. Le esperienze variano da soggetto a soggetto. Ma c’è una paura che viene condivisa dalla maggior parte delle persone: quella del buio.

La paura del buio non caratterizza solo i bambini ma spesso anche gli adulti. Il motivo di ciò va cercato nelle cause che la suscitano. Esistono paure soggettive che dipendono dagli eventi che una persona vive. Altre sono ancestrali. Come la paura del buio che nel linguaggio scientifico è detta Nyctophobia o Achluophobia. Ciò che terrorizza non è l’oscurità in sé ma quello che può nascondere. Essa rende tutti vulnerabili, incapaci di difendersi da eventuali aggressioni. Fin dai tempi ancestrali rappresenta un pericolo dal quale difendersi. Anche se ora siamo al sicuro nel nostro letto, la paura del buio si manifesta nella nostra psiche come terrore dell’ignoto.

Stando a quanto sostenuto dallo psicologo Thomas Ollendick, le paure infantili derivano dalla paura per l’imprevisto. Per i bambini tutto è immaginabile e nell’oscurità per loro si potrebbe verificare la possibilità che arrivino i ladri, che qualcuno porti via i loro giocattoli, che possano rapirli. L’oscurità rappresenta il lato spaventoso della possibilità illimitata.

Con l’età adulta questa paura dovrebbe attenuarsi, anche se da un recente sondaggio condotto in Gran Bretagna il 40% degli intervistati ha detto di non amare camminare per casa al buio e il 10% non si alzerebbe dal letto nemmeno per andare in bagno.

Secondo un altro studio chi soffre d’insonnia è più incline ad avere paura del buio rispetto a chi dorme bene. Dunque si è riscontrata una relazione tra l’insonnia e la paura del buio. Quest’ultima però, suggerisce l’autore dell’indagine, Colleen Carney, può essere confusa con altre ansie. Un persona insonne che si mette a letto non dorme perché comincia a pensare ai suoi problemi o altre preoccupazioni. Ad esempio come reagirebbe se entrassero i ladri in casa.

La paura del buio negli adulti è difficile da sradicare perché dipende solo dalla propria immaginazione.


             
                
											
Paura del buio nei bambini e negli adulti