Nasce in Umbria la salsiccia della salute: cos’è e quali sono i vantaggi

La salsiccia della salute era un sogno per molti amanti della carne, che ora è stato realizzato in Umbria. Vediamo insieme di cosa si tratta

La salsiccia della salute contiene meno sale, per questo il suo effetto disidratante sull’organismo umano è meno accentuato, e quindi sicuramente più benefico. D’altro canto, la salsiccia della salute è necessariamente tale se non fa ingrassare e non provoca effetti dannosi all’organismo umano. Questi possono arrivare dalla semplice accumulazione di colesterolo ad alta densità nelle principali arterie, fino a un effetto ipocalorico che può provocare vari problemi di movimento e respirazione. La salsiccia della salute, pensata proprio per aiutare i malati a combattere i loro malesseri fisici, trova il suo funzionamento in alcune reazioni chimiche, che permettono alle persone di aumentare la termogenesi del corpo. In tal modo, il prodotto realizzato in Umbria, oltre a saziare ed essere gustoso, presenta anche degli effetti benefici sull’intero organismo.

La salsiccia della salute è stata inventata come prova del fatto che i prodotti tipicamente italiani non sono sempre un problema, ma che, anzi, possono addirittura essere la soluzione. Nel più dei casi basta variare alcuni componenti, in modo da rendere la consistenza del cibo più salutare. Si eliminano i componenti nocivi, si pensa anche alle reazioni che avvengono durante le fasi di preparazione e così si giunge a produrre un prodotto tipico italiano che non solo non è nocivo, ma che persino aiuta le persone in difficoltà a superare i loro problemi salutari. Certamente, all’inizio si credeva che una salsiccia priva di calorie o sale non potesse essere buona al gusto. E fintanto che il gusto determina se un alimento verrà mangiato o meno, i vari esperimenti nel campo della salsiccia della salute sono continuati fino a determinare la consistenza perfetta anche per intensificare il sapore.

Qualcosa è stato modificato, qualcos’altro bandito, altri componenti sono stati diminuiti di quantità e altro ancora è stato aggiunto. Gli esperti, insomma, si sono davvero impegnati a creare un prodotto salutare e in contempo buono e il risultato dei loro sforzi è ora ben visibile a tutti. La salsiccia della salute ha ricevuto un tale seguito in Umbria, che ora si sta già pensando a progettare la pizza della salute della salute. E nonostante sembri solo una fantasia (per via dell’alta concentrazione dei carboidrati nella pizza), soltanto il futuro sarà in grado di mostrare se un tale progetto è davvero irrealizzabile o no. Contemporaneamente al migliorare il contenuto di varie sostanze nella pizza, si avrà anche una vera e propria battaglia contro il suo gusto, perché tale prodotto non sia soltanto salutare, ma che possa essere anche mangiabile.

Il tutto è iniziato dopo che una ricerca scientifica ha mostrato la pericolosità dei prodotti che arrivano sulla tavola degli italiani. Troppi alimenti ricchi di sale, con molto grasso contenuto persino nei formaggi e nelle salsicce (in misura minore anche nel pane). Tuttavia, il messaggio dei progettatori della salsiccia della salute non è stato quello di bandire questi prodotti del tutto dai frigoriferi degli italiani, bensì di modificarli. Si è preferito, invece, conciliare i sapori con la salute, trovando un’unione più unica che rara, molto specifica e sicuramente un’esclusiva del tutto italiana. Dopo aver svolto i dovuti studi e le ricerche, si è giunti a determinare la consistenza perfetta. Le varie fasi di sviluppo del particolare alimento sono state realizzate dalla Usl Umbria 1 e dal Centro di Studi della Nutrizione Umana (un istituto di livello nazionale). Il tutto è avvenuto sotto la supervisione dell’Associazione di Dietetica e di Nutrizione Clinica.

Il coordinatore dell’interessante progetto è stato un certo dottor Guido Monacelli, che ha confermato la futura volontà d’intervenire anche su altri tipi di salumi, oltre che sui formaggi più variegati, pur di ribaltare completamente la credenza popolare che un cibo saporito sia necessariamente dannoso per la salute umana. Si è preferito ridurre la quantità di sale nella salsiccia della salute poiché quest’ultimo elemento è stato individuato da molte ricerche come il responsabile di malattie quali ictus, calcoli renali, tumori vari, osteoporosi e persino degli infarti. Sotto un tale punto di vista, il progettatore della salsiccia della salute ritiene che l’intera industria alimentare italiana debba adattare i propri standard produttivi alle ultime indicazioni del campo scientifico.

Oltre al sale iodato e ai grassi, nella salsiccia della salute è stata anche significativamente ridotta la percentuale di pepe. Per non peggiorare troppo il gusto si è preferito sostituire il sale e il pepe con gli aromi naturali, capaci di aggiungere alla salsiccia persino qualche sapore in più. I grassi saranno invece ridotti grazie alla totale assenza di conservanti (cosa che renderà la salsiccia ancor più salutare), e un taglio di carne molto magro. Si stima, che presto la salsiccia della salute sarà immessa nel mercato delle carni umbre. Il tutto grazie alla collaborazione delle aziende dell’Umbria con i produttori e di una graduale immissione delle carni sul mercato. Dopo aver svolto le dovute ricerche e aver messo a punto la consistenza di altri prodotti della salute, si avvierà un’altra produzione di massa, stabilendo così un mercato salutare di prodotti regionali.

Nasce in Umbria la salsiccia della salute: cos’è e quali sono i...