L’igiene orale influisce sulle capacità cognitive. Lo studio

L'igiene orale è una pratica che si impara sin da piccoli, ma non è solo legata alla salute dei denti e della bocca. Essa incide anche sulle capacità cognitive

Il momento dell’igiene orale nel panorama medico e scientifico è da sempre oggetto di analisi e di studio: in molti hanno ipotizzato una stretta connessione tra lo stato di salute della bocca e le capacità cognitive delle persone. Recentemente l’Università di Southampton e del King’s College della città di Londra ha cercato di approfondire questo legame.

Gli studiosi hanno analizzato la situazione di 59 individui affetti da demenza di livello medio o moderato. In tutti questi casi è stato riscontrato che la parodontite, ovvero l’infiammazione dei tessuti parodontali che provoca l’indebolimento delle gengive, sia una conseguenza diretta del disturbo cognitivo.

Il rapporto e le analisi legate a questo studio sono state pubblicate sulla rivista scientifica Plos One. Nello specifico, tra tutte le persone individuate, per la maggior parte anziane e quindi con una demenza senile in stato avanzato, quelle con problemi gengivali hanno mostrato un peggioramento notevole delle capacità cognitive, rispetto a quelle con bocca e denti in perfetta salute.

È molto importante quindi prendersi cura dei propri denti durante tutta la vita in previsione del futuro: non è solo questione di igiene orale. Il deterioramento dei tessuti è legato all’età e appare dunque inevitabile dal punto di vista scientifico, ma se ci si pone in condizioni di preservare a lungo sia i denti che le gengive, questo riuscirà anche a ritardare un possibile peggioramento dello stato delle capacità cognitive.

Per le persone anziane è normale lasciarsi andare e iniziare a non considerare le esigenze del proprio organismo, ma a risentirne molto spesso è proprio una cattiva igiene orale che provoca malattie gengivali. È come se si proiettassero verso una perdita quasi ovvia dei denti. Niente di più sbagliato: è proprio in quel momento che l’igiene orale richiede una maggiore attenzione per preservare anche l’integrità fisica e mentale.

Nonostante i ricercatori londinesi si siano impegnati fortemente per rendere noto il risultato della loro analisi, questo per certi versi non appare poi così scontato. Nel caso del professore Bei Wu, che si occupa di geriatria alla Duke University’s School of Nursing a Durham, nel North Carolina, gli aspetti da analizzare per determinare il legame tra salute dentale e benessere cognitivo sono diversi, come ad esempio il numero dei denti ancora sani e la malattie presenti.

L’igiene orale influisce sulle capacità cognitive. Lo stud...