Ipertensione: tre rimedi naturali per controllare la pressione alta

Aglio, ulivo e biancospino, tre piante fondamentali che possono aiutarci ad abbassarla

L’ipertensione arteriosa o pressione alta è tra le malattie più diffuse nei paesi economicamente avanzati. Colpisce circa il 20% della popolazione adulta e rappresenta uno dei maggiori problemi medici dei tempi moderni, può avere conseguenze gravi come l’infarto o l’ictus. In Italia ne soffrono quasi 10 milioni di persone. Oltre alle tradizionali cure mediche e a una dieta povera di sale, può essere controllata con alcuni rimedi naturali, come le piante di biancospino, l’aglio e l’ulivo.

È molto importante diagnosticarla in tempo – spesso si presenta con sintomi poco chiari, ronzio alle orecchie, crisi d’ansia o difficoltà respiratorie – una volta individuata bisogna seguire le regole e le cure mediche che prescrive lo specialista, soprattutto mantenere o riconquistare il peso forma e fare attività fisica.

Ma vediamo i rimedi naturali che aiutano a mantenere sotto controllo la pressione:

L’Aglio: è considerato un vero e proprio farmaco naturale in grado di contribuire ad abbassare la pressione sanguigna, soprattutto crudo. Ottimo contro l’aterosclerosi, cioè la formazione delle placche di colesterolo nei vasi sanguigni che danneggia la parete delle arterie, l’aglio ha una particolarità: contiene allicina, una sostanza che riduce l’aggregazione delle piastrine, principale fattore scatenante delle  trombosi, degli infarti e dell’ictus. Ottimo da aggiungere nel cibo oppure da ingerire con  perle oleose che contengono il principio attivo della pianta, se il medico non ha già prescritto un antiaggregante.

Il Biancospino: è uno dei rimedi più noti erboristici, per chi soffre di pressione alta, il biancospino abbassa la pressione sanguigna perché rilassa e dilata le pareti delle arterie. È una ottima fonte di antiossidanti utili per i vasi sanguigni e per il cuore, migliora la funzione cardiaca in caso di battiti irregolari. Il biancospino è un vasodilatatore, previene anche l’aritmia ed è soprattutto un blando sedativo, può essere aggiunto alle cure tradizionali purché non interferisca con l’azione dei farmaci, sempre previo accordo con il medico curante.

L’Ulivo: ha un potere di drenaggio sul rene che, con il cuore amministra la pressione corporea. L’azione dell’ulivo è principalmente sul rene, ed è in sinergia con il biancospino.
Ulivo e biancospino sono due fitoterapici che vengono spesso usati insieme, l’ulivo aiuta a liberarsi dal sale in eccesso e riduce anche i valori di glicemia, agisce anche sulla vasodilatazione dei vasi periferici e aiuta ad abbassare la pressione.

 

Ipertensione: tre rimedi naturali per controllare la pressione al...