Gonfiore addominale e senso di stanchezza: provate con il coriandolo

Fra i problemi più comuni ci sono il gonfiore addominale e un generalizzato senso di stanchezza. Il coriandolo può essere un efficace rimedio per entrambi.

Una buona notizia per chi soffre di pancia gonfia e spossatezza: il coriandolo può aiutarvi a migliorare questi fastidi e non solo, ecco tutte le sue proprietà.

Le proprietà del coriandolo
Il coriandolo è un’erba aromatica dalle virtù sorprendenti, a partire dal fatto che contiene antiossidanti, vitamine (in particolare A, C, K e del gruppo B), ferro e manganese. Vanta peraltro una proprietà davvero importante: contribuisce a depurare l’organismo dai metalli pesanti, come mercurio, cadmio, piombo e alluminio. Siete reduci da un pasto impegnativo? Bere un infuso al coriandolo dopo aver mangiato vi aiuterà ad avere una buona digestione. Oltre che digestivo, è stimolante, antispasmodico, antisettico, analgesico, antibiotico, contrasta l’inappetenza, favorisce la concentrazione, è indicato in caso di problemi dell’apparato respiratorio e del cavo orale, regola il livello di colesterolo nel sangue e rafforza il sistema immunitario. Sorprendente vero? E non è tutto qui, il suo effetto carminativo si rivela prezioso per sconfiggere gonfiore addominale, meteorismo, aerofagia e altri sintomi legati alla sindrome del colon irritabile. Da non dimenticare poi il suo effetto sul sistema nervoso: è un tonico naturale, per questo motivo è estremamente utile quando ci si sente spossati, stanchi, apatici e di cattivo umore.

Coriandolo, in foglie e in semi
Del coriandolo si usano sia i semi sia le foglie, fresche ed essiccate. I semi vanno usati interi o tritati poco prima dell’utilizzo. Per praticità li si trova in vendita già macinati. Le foglie hanno un sapore che tende al piccante, i semi invece hanno un sapore intenso e agrumato. I ciuffetti di foglie fresche ricordano il prezzemolo per questo motivo viene a che detto il “prezzemolo orientale” anche perché nonostante sia un’erba aromatica che cresce nel Mediterraneo, viene ampiamente usato nella cucina orientale. Oltre che in cucina per insaporire zuppe, minestre o preparazioni a base di carne, pesce e verdure, si può assumere il coriandolo sotto forma di tisana, basta lasciare in infusione per 5 minuti un cucchiaino di semi di coriandolo o di foglie secche in una tazza d’acqua bollente, dopo di che si filtra e si beve l’infuso.

Gonfiore addominale e senso di stanchezza: provate con il coriand...