Gestire la relazione a distanza

Una relazine a distanza può essere difficile da gestire, ma anche una stimolante sfida per i propri sentimenti e la dimostrazione che l'amore, se c'è, non conosce confini

Gestire e mantenere una relazione a distanza non è facile. Un tempo, secondo il vecchio detto popolare, si credeva che ‘lontano dagli occhi, lontano dal cuore’; in realtà oggi sono sempre di più le coppie felici che, per un motivo o per l’altro, si ritrovano a trascorrere molto tempo separate. Per necessità di studio, di lavoro, di crescita professionale e libertà individuale, per inseguire un sogno o forse solo perché non si hanno sicurezze economiche sufficienti a vivere insieme.

Dietro a una relazione a distanza, le concause possono essere molte. Non per ultima la società sempre più globale e aperta alle influenze telematiche in cui viviamo; oggi molte persone si conoscono, si frequentano e s’innamorano tramite Internet e i social network, che grazie al loro raggio d’azione offrono una schiera senza precedenti di mezzi per comunicare e, di fatto, abbattere le distanze, dalle email alle video chat.

Ma se è vero che Internet rappresenta indubbiamente uno strumento utile per gestire una relazione a distanza, la rete non può e non deve sostituirsi ad altri aspetti di questo genere di rapporto sentimentale. Programmare le occasioni in cui è possibile vedersi di persona resta una priorità che non bisogna trascurare; solo organizzando al meglio il tempo che si può trascorrere insieme, infatti, la distanza può trasformarsi da ostacolo a valore aggiunto.

In una relazione a distanza l’individualità gioca un ruolo cardine; è un aspetto con cui ciascun partner deve giocoforza confrontarsi ancor più che nel caso di un’effettiva convivenza . Proprio questo aspetto tuttavia rende una relazione a distanza, se gestita nel modo giusto, un ‘banco di prova’ per un amore adulto e consapevole, dalle dinamiche particolari e basato su due aspetti chiave; la fiducia e il dialogo.

Occorre lavorare molto su questo secondo punto se si aspira a una relazione a distanza che sappia resistere alla prova del tempo e della separazione fisica. In questo genere di rapporto sentimentale infatti il dialogo acquista un valore aggiunto, perché sostituisce necessariamente molti aspetti di una convivenza, come imparare a conoscere a poco a poco le abitudini, gli interessi e le idiosincrasie del proprio partner. Ed è quindi fondamentale per far durare la relazione e funzionare i rapporti personali.

Tuttavia il dialogo deve essere articolato e trasparente. Il rischio di incomprensioni, equivoci e fraintendimenti è tanto più reale e insidioso considerato il fatto che il dialogo fra i partner avviene attraverso l’ausilio di strumenti telematici o informatici, anziché di persona; è quindi più difficile cogliere intonazioni, mimiche e magari significati sottintesi alle parole e ai gesti, nonostante l’ausilio di smiley, faccine e icone varie (che anzi possono aumentare la confusione).

Di qui l’importanza di essere aperti, sinceri e non nascondere nulla al proprio partner; anche un piccolo fraintendimento può avere conseguenze inaspettate, e se in una frequentazione costante si può soprassedere, in una relazione a distanza questo non sempre è possibile né auspicabile. Il confronto reciproco è importante, nel bene come nel male; se per qualche ragione si sono disilluse le aspettative o i desideri del partner, si può rimediare solo parlandone insieme.

Ma il dialogo in una relazione a distanza ha tempistiche e modalità differenti da un dialogo normale e deve sempre e comunque tener conto di quello che è lo stile di vita del partner, con gli impegni, le preoccupazioni (di studio, di lavoro, di salute ecc) e i ritmi di un’esistenza che non sempre si può conciliare con i propri desideri. Se si è scelto di intraprendere una relazione a distanza, questo aspetto va tenuto in considerazione e mai recriminato.

Anche nei momenti di difficoltà e stress occorre cercare di trarre il massimo beneficio dai sentimenti che proviamo per il nostro partner; confidiamo le nostre insicurezze e i nostri dubbi, ma senza cadere nella facile tentazione di scambiare accuse reciproche. Per far funzionare la relazione è importante invece pianificare insieme gli incontri e le attività da svolgere insieme, trasformando la distanza da ostacolo a sprone.

Ecco perché il secondo aspetto fondamentale di una relazione a distanza è senz’altro la fiducia, in sé stessi e nel proprio partner; una fiducia che si costruisce nel tempo e attraverso i piccoli gesti, ma che si concretizza ancor più quando si ha finalmente l’opportunità di trascorrere del tempo insieme. Solo in questo modo è possibile vivere una relazione a distanza priva di oppressioni, perché matura e stabile a dispetto di tutte le difficoltà e gli inconvenienti che possono capitare a qualsiasi coppia.

Un ultimo aspetto particolarmente importante in una relazione a distanza è quello di coltivare e perseguire interessi e obiettivi comuni; condividendo sogni e aspettative con il partner, infatti, il legame emotivo e sentimentale nella coppia saprà rinforzarsi anche se, per ovvi motivi, queste attività non possono essere svolte in sincrono oppure nello stesso tempo. Perché anche la percezione della distanza gioca un ruolo determinante in un rapporto di coppia, e sono proprio le affinità ad abbattere questa percezione facendoci sentire più vicini e uniti alla persona che amiamo.

Gestire la relazione a distanza