Feng Shui, l’arte orientale dell’armonia e dell’equilibrio

Scopriamo insieme i dettagli del Feng shui grazie a Luca Bombassei, un grande architetto e fondatore di uno studio molto rinnomato nel settore, ossia il Blast Architetti

Luca Bombassei, in una intervista, spiega l’utilizzo riguardo il Feng Shui e la filosofia che sta dietro questa antica arte. Per tutte le persone che non sanno di cosa si tratta cercherò brevemente di spiegarvi cosa sia il Feng Shui. Quando si sente citare questa parola non si fa altro che parlare di un arte’molto antica originaria della Cina e in generale del mondo orientale. Questo tipo di arte, per moltissimi anni, ha influenzato il modo di costruire e progettare le case nel mondo orientale, grazie ad alcuni dettami che guidano il progettista fino a creare una abitazione nel totale rispetto di questa arte. Alcune regole stabilite dal Feng Shui riguardano la forma della casa , che deve essere necessariamente quadrata o in alternativa rettangolare, quindi avente una forma il più possibile regolare. Inoltre anche i punti cardinali influenzano la progettazione di una abitazione secondo il Feng Shui. Infatti a seconda del punto cardinale preso in considerazione si dovranno sistemare un certo tipo di stanze e piante, proprio per rispettare questo tipo di filosofia. Nell’intervista Luca Bombassei afferma che il Feng Shui insegna a chi cerca di sistemare la propria casa a equilibrare l’energia degli ambienti in cui si passa la maggior parte del tempo.

Questo è possibile solamente se si impara a capire ed interpretare i segnali dati dalle energie naturali presenti negli ambienti stessi denominate comunemente Ch’i. Questo tipo di energia interagisce con ogni persona che si trova dentro una determinata stanza in modo positivo, e in alcuni casi può bloccarsi, se vi sono degli ostacoli particolari che si mettono in mezzo tra la persona e l’ambiente. Perciò è fondamentale imparare a sistemare gli arredi e collocare nella maniera migliore le stanze durante la progettazione della abitazione stessa. Molti errori si fanno, anche ingenuamente durante questa fase, errori che possono compromettere la presenza di tale energia dentro gli ambienti. Inoltre durante l’intervista ha espresso più volte l’importanza rivestita da questa antica arte proveniente dalla Cina durante la ristrutturazione e l’arredamento della casa situata a Venezia . Naturalmente quando si parla di Feng Shui si parla principalmente di equilibrio, cosa che deve essere presente anche nel modificare l’abitazione stessa. Nel caso di Luca Bombassei, è riuscito a rispettare la serie di dettami dettati da questa filosofia modificando i colori, i materiali utilizzati negli ambienti, le luci unendo il tutto all’utilizzo di tecniche e progettazioni architettoniche che siano più ecocompatibili possibili, in modo da rispettare al meglio l’ambiente circostante. Le modifiche inoltre non hanno riguardato l’aspetto esteriore del palazzo in cui è situata la dimora dell’architetto, dal momento che l’edificio stesso ha più di 200 anni e sarebbe stato un peccato deturparlo.

Secondo questa filosofia, l’oggetto rosso non farebbe altro che rappresentare la forza e il fuoco, inoltre sarebbe anche sinonimo di fortuna e successo in ogni ambito della vita. Il signor Luca infatti afferma che nonostante una persona non conosca minimamente le regole dettate da questa arte, potrebbe benissimo usare un oggetto di color rosso in modo da diffondere verso tutti i presenti una gradevole sensazione di grande benessere che può influire in maniera positiva sul Ch’i di una persona e in generale sulle energie presenti all’interno di un ambiente. Infine è bene ricordare che quando si progetta una casa nel pieno rispetto del Feng Shui, bisogna prendere in considerazione moltissimo le energie interiori, valorizzandole e portandole nel mondo reale utilizzando tutto ciò che possano manifestarle, come l’utilizzo di colori particolari in base al tipo di ambiente che si sta prendendo in considerazione. Se state decidendo di dipingere le pareti del soggiorno, sarebbe buono dipingerle di arancione o rosso. Secondo molti architetti infatti questi colori aiuterebbero le persone a conversare in maniera migliore.

Non solo, ma anche liberarsi del materiale superfluo è di grande importanza per rispettare a pieno il Feng Shui. Infatti se la casa è piena di oggetti che non vi servono o superflui, rischierete di influire negativamente sulla vita domestica di ogni persona presente nella casa. Invece sarebbe buono liberarsi di tutto ciò che appesantisce l’ambiente in modo che le energie possano fluire in maniera libera e senza impedimenti. Infine vi è da citare l’importanza della disposizione del letto e del divano all’interno delle rispettive stanze. Per quanto concerne il divano è importante che sia disposto davanti alla porta d’ingresso in modo da dare agli ospiti la sensazione di benvenuto e relax. Invece per quanto riguarda il letto, se volete creare una maggiore sensazione di relax deve essere messo in modo che la porta d’ingresso nella stanza non si trovi davanti alla porta d’ingresso. Ma non solo, la porta deve trovarsi necessariamente lontana dal letto stesso in modo da impedire alle persone di guardare all’interno della stanza, favorendo la perdita di sonno.

Feng Shui, l’arte orientale dell’armonia e dell’equi...