Dieta tisanoreica

Dieta tisanoreica: a cosa serve e quali sono i cibi adatti per seguire correttamente questa alimentazione? Ecco tutti gli approfondimenti necessari

La dieta tisanoreica prevede un menù specifico e può apportare numerosi benefici. Gianluca Mech ha dato origine a questo metodo particolarmente noto, poiché favorisce il dimagrimento senza alcun bisogno di fare delle grosse rinunce. In questo modo è possibile seguire un regime alimentare specifico senza alcun tipo di stress. Questa caratteristica rende la dieta tisanoreica uno dei regimi alimentari più diffusi tra tutte le star del cinema. Pertanto occorre approfondire al meglio tutte le sue potenzialità e qualità oppure comprendere se vi sono dei pro e contro. Si tratta precisamente di una dieta proteica, completamente priva di carboidrati, soprattutto per quanto riguarda il primo periodo. Allo stesso tempo permette di mantenere il giusto tasso di proteine all’interno dell’organismo, soddisfando il fabbisogno energetico giornaliero. Seguire questa dieta favorisce un dimagrimento più rapido rispetto ad una dieta ipocalorica e allo stesso tempo si segue un regime alimentare equilibrato e di qualità. Ma cosa accade precisamente all’interno dell’organismo? La dieta tisanoreica agisce principalmente sulla massa grassa ad esclusione dei muscoli, i quali non vengono intoccati.

E’ proprio questo fenomeno a favorire il mantenimento del peso forma. Bisogna però tenere in considerazione un fattore molto importante, ovvero che la dieta tisanoreica può essere seguita solo per un arco di tempo limitato che prevede generalmente i 20 o i 40 giorni. E’ necessario inoltre sottoporsi al controllo del proprio medico o di un esperto che possa seguire tutto questo percorso. In alternativa, si può anche optare per un centro Tisanoreica. Bisogna dunque essere molto accorti, poiché senza un consulto medico questa dieta potrebbe provocare dei seri danni all’organismo. Questo regime alimentare si suddivide in due fasi principali ed una di mantenimento, utile per evitare di riprendere tutti i chili persi. Con la giusta costanza e determinazione è possibile perdere circa 8 chili in 30, 40 giorni. Si tratta quindi di un vero e proprio metodo rapido ed efficace. La dieta tisanoreica prevede l’assunzione di porzioni tisanoreiche a base di alimenti specifici. Queste vengono chiamate PAT e sono composte da cibi contenenti aminoacidi accompagnati da una sostanza denominata “attivatore”.

Quest’ultima è composta da un misto di estratti vegetali uniti a piatti già pronti, in grado di favorire il processo di digestione e l’assorbimento delle proteine da parte dell’organismo. Tutti gli alimenti sono ricchi di proteine di origine animale e vegetale e sono privi sia di zuccheri che di grassi. Questo metodo dunque prevede di seguire un regime alimentare caratterizzato dal consumo di verdure e proteine senza l’assunzione di zuccheri e carboidrati. E’ proprio questo aspetto a favorire gli effetti dimagranti in tempi davvero brevi. Inoltre la dieta tisanoreica favorisce il senso di sazietà, permettendo di gestire al meglio gli attacchi di fame. In questo modo un individuo che segue questo regime alimentare tende a mangiare di meno senza alcun tipo di fatica ed ottiene dei risultati ottimali in poco tempo. La dieta tisanoreica e tutte le sue fasi comprendono un periodo di circa 30,40 giorni, ma non di più.

Al contrario di altre tipologie di diete, questo regime alimentare si basa su dei preparati specifici da consumare durante tutte le fasi. A questi alimenti occorre inoltre associare delle bevande basate su estratti di erbe che si rivelano un grosso aiuto per favorire determinate funzioni dell’organismo. Il loro consumo permette infatti di regolare l’intestino e allo stesso tempo assicura delle proprietà purificanti e depurative per l’organismo. Durante il primo periodo, denominato anche “fase intensiva” della dieta tisanoreica bisogna eliminare completamente ogni alimento a base di carboidrati per perdere peso. Ciò significa pranzare o cenare con della carne magra o del pesce accompagnati da porzioni di verdure crude o cotte. Gli altri cibi invece sono i preparati tisanoreica, ovvero i cibi PAT. In questa fase anche i legumi ed i latticini sono vietati esattamente come i carboidrati. Nella seconda fase i preparati tisanoreica diminuiscono e si iniziano ad integrare gradualmente i carboidrati, prediligendo quelli integrali. Nell’ultima fase, ovvero quella di mantenimento è possibile tornare a seguire un regime alimentare sano ed equilibrato che prevede l’assunzione di ogni tipo di alimento. In questo periodo però è fondamentale calcolare tutte le calorie di ogni pasto. Il costo di questo programma alimentare in versione standard va dai 250 ai 300 euro, mentre il costo del programma intenso della durata di 40 giorni è di circa 650 euro.

Dieta tisanoreica