I rischi della dieta proteica

L'esperta ci spiega quali danni può provocare

Dott.ssa Arianna Bonfiglio

Dott.ssa Arianna Bonfiglio Nutrizionista, Specialista in Scienze dell'Alimentazione

Gentile dottoressa, vorrei dimagrire e per farlo mi piacerebbe affidarmi a una dieta proteica. Le mie amiche dicono però che le proteine potrebbero fare male al fegato. E’ vero?

Durante l’arco della giornata è consigliato rispettare una corretta ripartizione di macronutrienti e micronutrienti per evitare possibili squilibri nutrizionali. La dieta proteica è un particolare regime alimentare caratterizzato da un ridotto consumo di carboidrati abbinato ad un elevato apporto di proteine e grassi, risultando quindi un regime alimentare squilibrato.

La quantità corretta  di proteine da assumere durante la giornata è pari al 15-20% dell’apporto calorico giornaliero, con un apporto proteico pari a 0,8-1,2 g di proteine per Kg di peso corporeo. La dieta iperproteica prevede un’assunzione proteica pari 2,5 g per kg di peso corporeo.

Le diete proteiche non sono prive di rischi, infatti è assolutamente provato che possano provocare o acuire, cefalee e mal di testa, alterazione del metabolismo del glucosio; stipsi; nausee vertigini ed aritmie; alitosi; disturbi del sonno; atonia muscolare.

Ma il danno maggiore si riscontra soprattutto a livello renale ed epatico, poiché questi sono i principali organi coinvolti nella detossificazione dall’eccesso di azoto che deriva dalle proteine.

Un  altro dato certo è che coloro che già sono predisposti anche senza saperlo a patologie renali o epatiche, con una dieta marcatamente proteica rischiano di scompensarsi, cioè rendere evidente ed acuta  malattia latente.

Quindi per perdere e mantenere un corretto peso corporeo bisogna affidarsi ad un regime alimentare equilibrato abbinato ad attività fisica e ad uno stile di vita sano.

Dott.ssa Arianna Bonfiglio Nutrizionista, Specialista in Scienze dell'Alimentazione Laureata in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Milano, ha conseguito la Specializzazione in Scienze dell'Alimentazione, dopo aver svolto attività di ricerca presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Alimentari e Microbiologiche (DiSTAM), Università degli Studi di Milano. Dopo aver lavorato presso l’Istituto Clinico Humanitas, svolge ora la professione di Nutrizionista presso il suo Studio a Busto Arsizio, Varese. Opinionista in Radio e TV, docente al Master 'Psicologia dello Sport', ha condotto inoltre diversi corsi e seminari su tematiche legate all'alimentazione. http://www.ariannabonfiglio.com

I rischi della dieta proteica