I rischi della dieta proteica

L'esperta ci spiega quali danni può provocare

Gentile dottoressa, vorrei dimagrire e per farlo mi piacerebbe affidarmi a una dieta proteica. Le mie amiche dicono però che le proteine potrebbero fare male al fegato. E’ vero?

Durante l’arco della giornata è consigliato rispettare una corretta ripartizione di macronutrienti e micronutrienti per evitare possibili squilibri nutrizionali. La dieta proteica è un particolare regime alimentare caratterizzato da un ridotto consumo di carboidrati abbinato ad un elevato apporto di proteine e grassi, risultando quindi un regime alimentare squilibrato.

La quantità corretta  di proteine da assumere durante la giornata è pari al 15-20% dell’apporto calorico giornaliero, con un apporto proteico pari a 0,8-1,2 g di proteine per Kg di peso corporeo. La dieta iperproteica prevede un’assunzione proteica pari 2,5 g per kg di peso corporeo.

Le diete proteiche non sono prive di rischi, infatti è assolutamente provato che possano provocare o acuire, cefalee e mal di testa, alterazione del metabolismo del glucosio; stipsi; nausee vertigini ed aritmie; alitosi; disturbi del sonno; atonia muscolare.

Ma il danno maggiore si riscontra soprattutto a livello renale ed epatico, poiché questi sono i principali organi coinvolti nella detossificazione dall’eccesso di azoto che deriva dalle proteine.

Un  altro dato certo è che coloro che già sono predisposti anche senza saperlo a patologie renali o epatiche, con una dieta marcatamente proteica rischiano di scompensarsi, cioè rendere evidente ed acuta  malattia latente.

Quindi per perdere e mantenere un corretto peso corporeo bisogna affidarsi ad un regime alimentare equilibrato abbinato ad attività fisica e ad uno stile di vita sano.

Dott.ssa Arianna Bonfiglio, Nutrizionista
facebook twitter

Salva

Salva

Salva

Salva

I rischi della dieta proteica