Come prevenire l’invecchiamento dei capelli

Prp per capelli, funziona? Per mantenere la propria chioma sana e lucente occorre optare per alcuni metodi specifici ed efficaci

Il Prp per capelli funziona e può garantire i risultati desiderati. Tuttavia, occorre conoscere a fondo quali sono le soluzioni alternative per prendersi cura dei capelli in modo sano e veloce, senza correre il rischio di danneggiarli. Per mantenersi in forma e tenere sotto controllo il proprio peso, si assume la buona abitudine di andare in palestra, fare attività fisica o affidarsi ad un personal trainer. Lo stesso vale per i capelli. Occorre affidarsi ad un allenatore specifico, in grado di garantire il giusto benessere per il plasma e favorire il corretto apporto di piastrine. Questa tecnica viene definita appunto “prp” e indica un metodo innovativo per contrastare la caduta e l’invecchiamento dei capelli. Quest’ultimo è inoltre un problema molto comune che colpisce moltissime persone, anche in giovane età. La caduta dei capelli può diventare, infatti, un vero e proprio tormento. E’ causa di disperazione per molte persone che non sanno più come contrastare questo terribile disagio. Innanzitutto, può capitare che la perdita dei capelli possa manifestarsi durante il cambio delle stagioni, ma quando il problema tende a persistere, occorre optare per una visita specialistica dermatologica.

Quest’ultima ha il compito di individuare e stabilire le cause dell’insorgere della patologia. I motivi della caduta dei capelli potrebbero variare da individuo ad individuo, poiché talvolta la causa scatenante è dovuta al cuoio capelluto particolarmente delicato e sensibile. Una delle forme più gravi di caduta dei capelli è l’alopecia. Ma di cosa si tratta precisamente? Questa patologia può presentarsi in varie forme, ovvero quella areata, cicatriziale ed infine androgenetica. Quest’ultima tipologia affligge principalmente gli uomini, ma può colpire anche le donne. Si tratta di un fattore ereditario e si manifesta con un assottigliamento dei capelli in modo progressivo. Le zone colpite nell’uomo sono le tempie, mentre per le donne la patologia si presenta nella parte centrale della testa. Per evitare lo sviluppo di questo problema è consigliabile optare sicuramente per una diagnosi precoce, poiché in questo modo è possibile stabilire la sensibilità dei bulbi piliferi.

Inoltre, al giorno d’oggi, esistono dei nuovi trattamenti per adottare la giusta prevenzione ed evitare l’insorgere del problema, poiché talvolta non basta intervenire in un secondo momento per favorire la ricrescita dei capelli. Una di queste terapie efficaci è proprio il Prp, ovvero Plasma Ricco di Piastrine. Quest’ultimo si basa proprio sull’attività di difesa che viene messa in atto dal proprio organismo. Sostanzialmente si tratta del plasma ricavato mediante un semplice prelievo, con un elevato contenuto di “fattori di crescita”. Il Prp funziona in quanto assicura un’azione rigenerante per qualsiasi tessuto o organo. Questi metodi vengono definiti appunto “medicina rigenerativa”. Non resta dunque che comprendere quando è il caso di intervenire con il Prp per fare la giusta prevenzione. Si consiglia di adottare questo metodo il prima possibile, in quanto garantisce un’azione tempestiva e vi sono maggiori probabilità di alleviare progressivamente il disturbo, onde evitare un netto peggioramento. Precisamente, intervenire in tempo permette di recuperare la struttura relativa al diametro dei capelli per garantire nuovamente volume alla chioma.

Esattamente come quando ci si iscrive in palestra e ci si affida ad un personal trainer per tonificare la muscolatura ed allenarsi, questa tecnica innovativa assicura le medesime funzionalità per dei capelli forti e splendidi. Inoltre, non è una soluzione che comporta delle complessità e può essere applicata sia agli uomini che alle donne. Oltre a rinvigorire la chioma, il Prp funziona e aiuta a prevenire l’invecchiamento dei capelli. Questa terapia viene utilizzata già da alcuni anni nell’ambito della dermatologia. Questo rimedio è stato considerato di recente un vero e proprio aiuto per curare e trattare le patologie che colpiscono i capelli, prevenendo allo stesso modo l’invecchiamento della cute. Questa virtù è data proprio dalle piastrine, ovvero cellule che si trovano nel sangue e possiedono molteplici proprietà, come ad esempio quella di favorire il processo di coagulazione in presenza di una ferita. E’ proprio quest’ultima potenzialità ad innescare il meccanismo di ripristino e di ricrescita delle cellule danneggiate. Non vi è alcun dubbio dunque, il Prp funziona e può rivelarsi l’aiuto perfetto per i soggetti affetti dalla cadute dei capelli. Il trattamento è semplice e viene eseguito in ambulatorio attraverso un piccolo prelievo del sangue del paziente. In seguito, attraverso dei procedimenti in laboratorio, viene estratto il plasma, il quale viene iniettato nel cuoio capelluto per dare vita al processo di rigenerazione. Generalmente, la terapia prevede un ciclo di circa 24 sedute.

Come prevenire l’invecchiamento dei capelli