Come curare il mal di stomaco

Come curare il mal di stomaco? Alla scoperta di alcuni consigli utili per alleviare questa insidiosa sintomatologia che affligge moltissime persone

Come curare il mal di stomaco: I dolori ed i fastidi possono essere davvero intensi e questo può causare una cattiva digestione. Per questo bisogna comprendere quali sono le cause scatenanti di questi disturbi e prevenirli attraverso dei semplici ed utili accorgimenti. Il primo passo importante da fare è comprendere da che cosa scaturisce il bruciore di stomaco, in quanto solo una diagnosi accurata può indirizzare il paziente verso il giusto trattamento. Dunque, è indispensabile che alla base si instauri un ottimo rapporto tra il medico ed il paziente, in modo tale che quest’ultimo possa sentirsi sempre rasserenato e a suo agio. Affrontare al meglio questa patologia è indispensabile per alleviarla in tempi davvero brevi. In particolare, ricorrere ai metodi fai da te non è indicato in queste circostanze, in quanto anche se si tratta di rimedi efficaci, questa sintomatologia va analizzata a fondo per escludere prima di tutto delle patologie organiche. Un primo ed utile suggerimento è quello di migliorare lo stile di vita, fondamentale per la prevenzione ed il trattamento del mal di stomaco. Si consiglia infatti di svolgere una regolare attività fisica e seguire una dieta sana ed equilibrata. In quest’ultima circostanza è molto importante escludere o ridurre alcuni alimenti specifici come tè, caffè, bevande gassate, cibi piccati o fritti e cioccolata.

Inoltre, anche gli indumenti svolgono un ruolo fondamentale, poiché spesso si ha la cattiva abitudine di indossare dei vestiti troppo stretti. Infatti, indossare dei pantaloni molto aderenti può incidere sulla salute dello stomaco. Tutt’al più è sconsigliabile coricarsi subito dopo i pasti. Quando si manifesta l’acidità di stomaco, il medico può indirizzare il paziente verso una terapia basata su dei medicinali antiacido. Se invece viene diagnosticato il reflusso gastrico, il trattamento si basa anche sull’assunzione di medicinali inibitori della pompa protonica. Il mal di stomaco è quindi un disturbo piuttosto comune che può colpire individui di varie fasce d’età. Una volta stabilita la causa scatenante, è possibile ricorrere a dei semplici ed utili rimedi per curare il mal di stomaco. Ad esempio, i Fiori di Bach sono un vero e proprio toccasana per alleviare la tensione. La cattiva digestione può scaturire da una condizione psicosomatica relativa a circostanze che non sono state “digerite” e dunque accettate a livello psicofisico.

Ebbene sì, quando ci si imbatte in situazioni che vengono rifiutate e che non si vogliono accettare o ingiuste ai propri occhi, ecco che può manifestarsi l’insorgere di una cattiva digestione. Tutto quello che assorbe la propria mente tende a ripercuotersi a livello fisiologico. Nella maggior parte dei casi, i disturbi allo stomaco, soprattutto la gastrite, scaturiscono dall’affrontare costantemente situazioni complicate dal punto di vista emotivo. Coloro che soffrono di gastrite o mal di stomaco possono optare per l’utilizzo dei Fiori di Bach. Basterà assumere semplicemente delle gocce, sotto la lingua, seguendo questa terapia in maniera regolare sotto una cadenza giornaliera specifica, in base alla prescrizione indicata. In alternativa, è possibile seguire questo trattamento con una frequenza giornaliera maggiore, nel momento in cui si avverte la necessità. Per quanto riguarda una cattiva o lenta digestione, per curare il mal di stomaco si consiglia di abbinare Elm e Oak. Se invece si desidera mantenere sotto controllo la rabbia, l’agitazione, lo stress o la tensione si può optare per Holly.

Se si tratta di reflusso gastrico è possibile assumere Gentian, particolarmente indicato per questo problema. Anche la medicina cinese svolge un ruolo fondamentale per la cura del mal di stomaco. Quest’ultima infatti è l’alleata perfetta per curare la milza e i disturbi ad essa correlati. Secondo la medicina orientale, la digestione lenta è provocata da uno squilibrio del funzionamento della milza. Quest’ultima ha il compito di tramutare o trasportare le sostanze nutritive, trasformandole in energia. Se la milza funziona in modo corretto, l’energia ed il flusso sanguigno sono abbondanti ed il processo di digestione è ottimo. In altri casi invece, si può verificare l’insorgere di una cattiva digestione e carenze associate a vari disturbi. Per godere di ottima salute occorre “tonificare” la milza mediante alcuni esercizi, decotti oppure con l’agopuntura. Inoltre la psicoterapia può rivelarsi utile per dare vita alle proprie emozioni. Lo stato emotivo influisce enormemente sul mal di stomaco, il quale può causare di conseguenza i disturbi digestivi, legati ad avvenimenti che causano disagio nella propria vita. Si consiglia quindi di cercare di alleviare le situazioni di stress, migliorando il proprio stile di vita. Seguire una sana alimentazione ed evitare i cibi che gonfiano lo stomaco può essere davvero d’aiuto.

Come curare il mal di stomaco