Colesterolo: se il valore è oltre 100 siete a rischio infarto

Secondo le linee guida emanate dalla Società europea di cardiologia (Esc) il colesterolo non deve superare i 100 milligrammi per decilitro

Nuovo limite di allerta per il colesterolo cattivo (Ldl): non deve superare i 100 milligrammi per decilitro, secondo le linee guida emanate dalla Società europea di cardiologia (Esc), presentate negli scorsi giorni al congresso internazionale in corso a Roma, che riunisce oltre 31.000 cardiologi provenienti da tutto il mondo.
Un limite che può scendere addirittura ai 70 milligrammi per decilitro quando il paziente è ad alto rischio di incorrere in infarto o ictus per altri fattori predisponenti.

“Il valore del colesterolo ‘cattivo’, il famoso Ldl, nel sangue non superi i 100, indipendentemente dal rischio”. Lo raccomandano le nuove linee guida del congresso della Società Europea di Cardiologia (Esc) presentate a Roma al congresso della società.

“Le nuove linee guida sanciscono che avere un target di colesterolo entro 70-100 è fondamentale, non ci sono più controversie su questo punto – spiega il presidente della Società Italiana di Cardiologia Francesco Romeo -. Questo vale per tutti, anche per quei soggetti che hanno valori di norma molto alti per ipercolesterolemia familiare”.

Fino ad ora le indicazioni variavano a seconda del rischio personale legato alla familiarità alle malattie cardiache e al proprio stato di salute. Il colesterolo cosiddetto cattivo non doveva comunque mai superare i 190. “Per abbassarlo il primo fattore è l’alimentazione – spiega l’esperto -. Poi si possono usare le statine, e infine, per chi non riesce ci sono i nuovi farmaci, gli anticorpi anti PCSK9, che hanno grande potenzialità”.

 

Colesterolo: se il valore è oltre 100 siete a rischio infarto